FINO AL 30 SETTEMBRE TUTTI GLI EBOOK COSTANO LA METÀ

Scegli il tuo ebook e risparmia!
Home
Dai CyberAngels appello a non attaccare i siti islamici e afgani

03 Ottobre 2001

Dai CyberAngels appello a non attaccare i siti islamici e afgani

di

Si allarga il fronte delle “colombe” contro il “blocco” dei siti islamici.
CyberAngels, un’associazione di lotta contro i crimini informatici, ha lanciato un appello perché cessino gli attacchi informatici contro i siti arabi, musulmani o afgani iniziati dopo l’11 settembre.

I CyberAngel nascono come gruppo di controllo nella città di New York e pattugliavano le vie e le fermate della metropolitana per prevenire crimini e violenza.
Dal 1995, sono diventati “cyber” con la decisione di aiutare le persone che avessero bisogno di aiuto online, lottando, ad esempio, contro i siti pedopornografici.

Durante una trasmissione sulla catena televisiva pubblica locale, hanno lanciato l’appello ai pirati informatici, perché cessino il blocco.

“Proteggete Internet – hanno detto – non attaccate. Un vero pirata difende Internet, la costruisce e la migliora”.
Spiegano che questi attacchi non solo non aiutano in nulla il Web, ma sono improduttivi e atti di puro vandalismo.

Il loro sito, ad esempio, aiuta le famiglie delle vittime fornendo loro servizi e aiutandoli a ritrovare i loro cari.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.