Home
Da McDonald’s a Manhattan, hamburger e banda larga senza fili

13 Marzo 2003

Da McDonald’s a Manhattan, hamburger e banda larga senza fili

di

Hamburger a larga banda. Mentre azzannano un BigMac, succhiano una coca e sgranocchiano una patatina, i fortunati avventori di alcuni ristoranti McDonald’s negli Stati Uniti potranno navigare gratuitamente per un’ora su Internet grazie a un collegamento veloce Wi-Fi.

Acquistando un pasto in uno dei dieci ristoranti della famosa catena di hamburger nell’isola di Manhattan, si potrà disporre gratuitamente di questo servizio valido un’ora.
Se l’ora non bastasse, le scelte sono due: se si ha ancora fame si acquista un altro pasto (si ottiene un altro buono da un’ora di navigazione), oppure pagare 3 dollari per un’altra ora di connessione.

Questo è solo un esperimento che durerà tre mesi. Al termine, se l’iniziativa avrà successo, il servizio sarà esteso ad altri 300 ristoranti McDonald’s che offriranno l’accesso a Internet veloce attraverso la tecnologia Wi-Fi entro fine anno.

La scelta di Manhattan non sembra casuale. L’isola di New York è il contenitore dei più importanti uffici della città e McDonald’s mira ad attirare tutti i professionisti che hanno bisogno di lavorare anche quando sono in pausa pranzo e, normalmente, dispersi nelle migliaia di locali della zona.

Ma è anche l’occasione per provare gratuitamente questo nuovo tipo di accesso a Internet, che negli Stati Uniti sta facendo furore, soprattutto tra gli “scrocconi” che segnano le strade con simboli che indicano i punti dove ci si può collegare a sbafo senza sborsare una lira.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.