ULTIMI 3 POSTI

Corso LANGUAGE DESIGN: PROGETTARE CON LE PAROLE | Milano 28 ottobre

Iscriviti ora
Home
Cresce l’uso dei servizi finanziari online

26 Febbraio 2002

Cresce l’uso dei servizi finanziari online

di

Due società hanno deciso di mettere in comune le proprie competenze e offrire, così, un quadro completo nel settore finanziario per il quale Internet rappresenta un medium indispensabile per lo sviluppo di strategie, come si usa dire oggi, “multicanale”.

Digital Finance nasce dall’interazione di due metodologie di ricerca complementari: il panel di rilevazione Nielsen//NetRatings relativo al traffico Internet (che monitora gli accessi al Web sia da casa sia da ufficio) e l’analisi di scenario di CommStrategy (che consente una mappatura costante della domanda e dell’offerta nei servizi finanziari).

Secondo i dati rilasciati, cresce l’utilizzo qualificato dei servizi finanziari online mentre molti istituti bancari non riescono a soddisfare la sempre maggiore domanda di multicanalità della clientela.

Aumenta il numero degli italiani che utilizzano i servizi finanziari su Internet, anche se con differenze fondamentali tra e-banking e trading online. Gli italiani che in gennaio hanno avuto accesso alle pagine protette (https) dei servizi informativi e dispositivi di e-banking costituiscono all’incirca il 12% degli utenti internet generando oltre 52 milioni di pagine. L’analisi congiunta dei panel (casa/ufficio) evidenzia un utilizzo dei servizi finanziari online prevalentemente concentrato nelle ore in cui gli sportelli sono chiusi.

Diverso invece il trend relativo al trading online: il numero di nuovi utenti cresce lentamente mentre più sensibile è l’incremento dell’utilizzo del servizio da parte degli utenti unici. Il dato medio nasconde tuttavia una crescente polarizzazione: da un lato pochi heavy trader che si rivolgono a servizi specializzati in Italia e all’estero, dall’altro la grande massa degli investitori individuali che effettuano poche operazioni di compravendita titoli sul TOL della propria banca.

Si delinea inoltre una chiara tendenza alla multibancarizzazione, fenomeno sempre più visibile anche online, dove si registra infatti un certo grado di sovrapposizione di traffico effettuato dai fruitori di servizi di e-banking e chi fa trading o gestisce conti di deposito online.

In generale, internet ha trasformato gli atteggiamenti e i comportamenti dei risparmiatori italiani che dimostrano, anche tra chi non utilizza servizi finanziari online, una crescente propensione a servirsi di internet tanto come fonte di informazione sui temi del risparmio e della finanza quanto come strumento per orientarsi nella scelta dei prodotti e degli istituti con cui entrare in relazione.
Da ottobre 2001 a gennaio 2002 gli accessi ai siti di informazione finanziaria sono aumentati del 15%. Oggi sono visitati infatti da più di 1 milione e 300 mila persone, il 10% dei navigatori italiani.
Per quanto riguarda il settore dell’informazione finanziaria Il Sole 24 Ore rimane leader in termini di visitatori unici (oltre 910 mila a gennaio), anche se i siti editoriali sono comunque esposti ad un fenomeno di sostituzione tra fonti. È infatti cresciuta la fruizione di contenuti che banche e sim offrono direttamente sul proprio sito.

”Siamo in grado di fornire una visione strategica dell’impatto che l’online ha nelle dinamiche di banking e trading e delle potenzialità di sviluppo che questo canale può mettere a disposizione per l’evoluzione dei servizi finanziari” commenta Salvatore Ippolito, Direttore Generale di Nielsen//NetRatings per il Sud Europa.

”L’integrazione tra i dati relativi al comportamento online e quelli relativi all’evoluzione del mercato dei servizi finanziari rappresenta uno strumento importante per definire le strategie multicanale e valutare la sostenibilità delle iniziative online delle istituzioni finanziarie italiane” commenta Paolo Barbesino, Partner di CommStrategy.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.