FINO AL 30 SETTEMBRE TUTTI GLI EBOOK COSTANO LA METÀ

Scegli il tuo ebook e risparmia!
Home
Collegamenti wireless: manna per i pirati informatici

21 Gennaio 2005

Collegamenti wireless: manna per i pirati informatici

di

Secondo i ricercatori, il successo e la conseguente espansione dei collegamenti wireless favorisce la pirateria online

Le reti senza fili Wi-Fi, che permettono di accedere a Internet da ogni angolo della casa, dell’ufficio o da luoghi pubblici, facilitano lo spionaggio e la pirateria. È quanto sostengono i ricercatori del New Scientist.

“Le reti Wi-Fi espongono gli utenti domestici a nuovi pericoli in materia di sicurezza”, ha scritto la rivista.

La maggior parte delle reti wireless è dotata di dispositivi che impediscono agli eventuali intrusi di leggere la posta elettronica o di accedere ai documenti degli utenti, ma molti internauti non attivano questi servizi, soprattutto per mancanza di conoscenze tecniche specifiche al momento della configurazione.

Alcuni si accontentano di utilizzare le password d’accesso fornite di default con il computer, ma che, sempre secondo New Scientist, numerosi pirati possono scoprire facilmente.

Anche le reti wireless delle società non sono immuni dai pirati, aggiungono dal New Scientist che cita uno studio realizzato nel 2002 e che rivelava come circa il 70% delle reti utilizzate in azienda non fossero protette.

Gli esperti di sicurezza ritengono che la soluzione passi per una semplificazione dei software di protezione di queste reti: “Quando la comodità e le funzionalità sono in conflitto con la protezione, la sicurezza ne fa le spese. Mentre le reti wireless diventano popolari, dunque, i problemi di sicurezza crescono”, scrive sulla rivista Bruce Schneier, esperto di crittografia.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.