Home
Clinton firma la legge anti-cybersquatting

07 Dicembre 1999

Clinton firma la legge anti-cybersquatting

di

In pratica, verrà impedita la registrazione di domini contenenti nomi e marchi di fabbrica legalmente appartenenti a note e specifiche aziende

Dopo varie vicissitudini, il Presidente Clinton ha ufficialmente apposto la propria firma in calce al cosiddetto Protection Act, ovvero la legge “anti-cybersquatting”. In pratica, verrà impedita la registrazione di domini contenenti nomi e marchi di fabbrica legalmente appartenenti a note e specifiche aziende. Una pratica che da tempo consentiva registrazioni “abusive” nella speranza poi di incassare un bel gruzzolo rivendendo quei domini ai “legittimi” proprietari.

La nuova legislazione prevede multe comprese tra i 1.000 e i 100.000 dollari per chi si avventura in simili pratiche. Altre multe sono previste per chi prova a fare lo stesso registrando nomi personali. Da notare l’effetto retroattivo della norma approvata. Anche se, specificano alcuni legali, ciò non potrà bloccare il variegato fenomeno del “cybersquatting”, ma soltanto la sua parte più manifesta.

L'autore

  • Bernardo Parrella
    Bernardo Parrella è un giornalista freelance, traduttore e attivista su temi legati a media e culture digitali. Collabora dagli Stati Uniti con varie testate, tra cui Wired e La Stampa online.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.