Home
Christie’s si ritira e Sotheby’s rilancia sul Web

17 Novembre 1999

Christie’s si ritira e Sotheby’s rilancia sul Web

di

La famosa casa di aste per collezionisti d’arte Christie’s International ha deciso di mollare la propria attività sul Web. La notizia giunge dopo quasi due anni di lunghi preparativi per fronteggiare l’analoga iniziativa da tempo avviata dall’eterno rivale, il prestigioso Sotheby’s. A scoraggiare definitivamente il progetto di Christie’s online sono stati una serie di fattori coincidenti, ovviamente legati agli aspetti finanziari; ovvero i circa 15 milioni di dollari necessari alla realizzazione di un sito adeguato al livello di clientela della società nel mondo, le consistenti responsabilità complessive (con possibili denuncie a latere) nel controllo delle merci messe all’asta online, il basso margine di profitto per articoli di grande quantità e con ridotto prezzo di vendita. In definitiva, hanno spiegato i responsabili di Christie’s, “avremmo investito parecchio denaro in maniera assai poco saggia.”

Forse forte di tale decisione, Sotheby’s invece rilancia alla grande le proprie operazioni sul Web: stanziati altri 25 milioni di dollari e assunti oltre 100 nuovi addetti a tempo pieno, senza dimenticare l’annuncio della scorsa estate che vedrà presto alla partenza un sito dedicato ai super-collezionisti in partnership con Amazon, Sothebys.Amazon.com.

L'autore

  • Bernardo Parrella
    Bernardo Parrella è un giornalista freelance, traduttore e attivista su temi legati a media e culture digitali. Collabora dagli Stati Uniti con varie testate, tra cui Wired e La Stampa online.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.