Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti
Home
Chip da 10 GHz con la tecnologia Extreme Ultraviolet Light

03 Maggio 2001

Chip da 10 GHz con la tecnologia Extreme Ultraviolet Light

di

Gli attuali processi di produzione dei chip per computer sono ormai obsoleti, ma grazie alle tecnologie ottiche basate sui raggi ultravioletti sarà possibile produrre processori 10 volte più veloci di quelli attuali

Euv Llc è un consorzio di aziende operanti nel settore dei microprocessori. Proprio in questi mesi, sta sviluppando una serie di nuove tecnologie per la produzione di chip che consentano di superare quei limiti intrinseci che rischiano di mettere in crisi, in futuro, l’evoluzione della potenza dei processori dettata dalla legge di Moore.

Aziende come AMD, IBM e Intel hanno recentemente presentato il primo prototipo di una macchina che consentirà di produrre chip decine di volte più veloci utilizzando la tecnologia Euv (Extreme Ultraviolet Light).

Attualmente, le micro-piste dei circuiti integrati vengono create utilizzando la litografia. Con questa tecnologia, però, non è possibile spingersi oltre 0,1 micron di spessore. Invece, con la litografia a raggi ultravioletti sarà possibile creare linee di circa 0,03 micron consentendo di integrare in un solo chip anche miliardi di transistor. I processori realizzati con la tecnologia Euv sono destinati a raggiungere la velocità di 10 GHz nel 2005-2006.

Il prototipo di questa macchina destinata alla produzione di chip è stato sviluppato anche grazie alla collaborazione di aziende statali americane. L’interesse degli Usa nei confronti dello studio di macchine ad alte prestazioni è grande perché, nei prossimi anni, la battaglia con l’Europa sull’energia nucleare e le biotecnologie sarà combattuta a colpi di Gigahertz.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.