RISPARMIA IL 15% SU TUTTI I CORSI

Fino al 31 agosto con il codice sconto CORSARO

Scegli il tuo corso e iscriviti!
Home
C#: la programmazione sale di [mezzo] tono

12 Gennaio 2001

C#: la programmazione sale di [mezzo] tono

di

Il nuovo ambiente di Runtime NGWS sviluppato da Microsoft promette, a detta dei suoi creatori, di semplificare la vita degli sviluppatori, pur mantenendo la potenza del linguaggio C++ da cui deriva.

Alla domanda classica “perché dovremmo imparare un nuovo linguaggio di programmazione quando già abbiamo sviluppato competenze in C++ e Visual Basic” Christoph Wille, autore di C#, fornisce una risposta altrettanto classica: “perché C# è destinato a diventare il linguaggio più importante per la nuova generazione di applicazioni Windows in ambito professionale”.
Obiettivo di questo libro, quindi, è di fornire una panoramica del nuovo strumento di sviluppo cercando di provare l’affermazione precedente con argomenti validi.

C#, che si pronuncia “c sharp” e sfrutta una similitudine con la notazione musicale anglosassone, semplifica e modernizza il linguaggio C++ eliminando molti degli aspetti più complessi come macro, template ed ereditarietà multipla. Tra le novità più importanti di questo linguaggio vi è una maggiore sicurezza dei tipi, la gestione delle versioni, una funzione di raccolta delle aree di memoria inutilizzate e molto altro.

Dedicato a tutti i programmatori in C, C++, Visual Basic o Java, questo libro illustra le peculiarità del linguaggio, spiega come sviluppare nel nuovo ambiente runtime NGWS, mostra come scrivere componenti, come gestire le eccezioni e l’interoperatività tra codici. Scritto da un pluricertificato Microsoft, C# è un testo prezioso per chi desidera avere un’anteprima sul futuro.

Scheda informativa

L'autore

  • Redazione Apogeonline
    Nella cura dei contenuti di questo sito si sono avvicendate negli anni tantissime persone: Redazione di Apogeonline è il nome collettivo di tutti noi.
    Non pensare che abbiamo scelto questa formula per non rendere merito o prendere le distanze da chi ha scritto qualcosa! Piuttosto in alcuni casi l'abbiamo utilizzata nella convinzione che non aggiungesse valore al testo sapere a chi appartenesse la penna – anzi la tastiera – di chi l'ha prodotto.

    Per contattarci usa il modulo di contatto che trovi qui.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.