Home
Blinkx.tv, il motore di ricerca specializzato in radio e televisione

03 Agosto 2005

Blinkx.tv, il motore di ricerca specializzato in radio e televisione

di

Il suo sistema di riconoscimento vocale gli permette di effettuare ricerche a tutto testo su programmi televisivi e radiofonici

Il mondo dell’audiovisivo si apre finalmente alla ricerca di informazioni. La società americana Blinkx ha lanciato il motore di ricerca Blinkx.tv, che permette agli internauti di trovare programmi radio e TV ricercando una parola o una frase precisa pronunciata al loro interno.

Dietro questo motore si nasconde un sistema di riconoscimento automatico della parola, capace di trascrivere in solo testo i commenti associati a servizi televisivi o radiofonici. “La parola è inizialmente identificata e filtrata sulla banda sonora del programma prima di essere decifrata – spiega Suranga Chandratillake, ex responsabile tecnico di Autonomy, che ha creato Blinkx nel 2003 -. In occasione del trattamento del segnale, noi riusciamo già ad estrarre voci di cattiva qualità. In seguito, una serie di tecnologie brevettate permette di dedurre quali sono le parole, quindi le frasi che hanno maggiore possibilità di essere state pronunciate, facendo appello non soltanto a dizionari ma anche a repertori con sequenze di parole spesso pronunciate”.

La qualità del riconoscimento è rafforzata da un’altra tecnologia proprietaria, Context Clustering Technology, che a partire dal contenuto testuale tenta di dedurre l’argomento e, di conseguenza, migliorare il riconoscimento. Il testo riconosciuto è immediatamente indicizzato dal motore di ricerca e può così essere richiesto dagli internauti.

Una tecnologia che ha permesso a Blinkx.tv di stringere partnership con numerosi grandi network anglosassoni (ABC, CNN, BBC…). Accordi particolarmente necessari poiché, in base a prove effettuate, solo il 60% delle richieste permette di ottenere un video del programma ricercato, negli altri casi si è rinviati al sito della rete televisiva o a screenshot del programma.

Nemmeno il “mondo sotterraneo” di Internet è stato dimenticato. “Indicizziamo circa 150.000 podcast e videoblog”, afferma infatti Suranga Chandratillake.

E per andare al di là della pura ricerca d’informazione, Blinkx.tv ha sviluppato un servizio gratuito parallelo chiamato Smartfeed. A partire dalla pagina di risultato, un clic sul pulsante Smartfeed permette di ottenere un indirizzo Web particolare. Quest’indirizzo è quello di un feed RSS che potrà essere utilizzato da qualsiasi internauta per essere avvertito ogni volta che un nuovo servizio indicizzato da Blinkx risponderà alla sua richiesta.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.