OFFERTA DEL GIORNO

Machine Learning con Python in ebook a 6,99€ invece di 24,99€

Risparmia il 72%
Home
Berlino 2010, il ritorno di una grande capitale in realtà virtuale

15 Febbraio 1999

Berlino 2010, il ritorno di una grande capitale in realtà virtuale

di

È già possibile visitare la capitale tedesca e vedere come sarà nel 2010, al termine dei grandi lavori di recupero urbano avviati dal governo tedesco. Tutto in Virtual Reality.

Artemedia Productions, un’azienda tedesca specializzata nella produzione di modelli tridimensionali urbani, ha creato una delle più affascinanti realizzazioni di marketing urbano in realtà virtuale: Berlino 2010.

Attraverso i comandi di un joistick i visitatori possono muoversi in tempo reale attraverso il modello in 3D di Berlino potendo scoprire in anticipo come sarà la città nel 2010. Partendo dalla Porta di Brandeburgo, nella sua futura configurazione, si percorrono i viali e le strade di una Berlino ricostruita e moderna. Costeggiando vecchi palazzi e nuove costruzioni come il Sony Center, il nuovo Bundestag (il Parlamento tedesco) nel vecchio Reichstag distrutto nella Notte dei Cristalli dalla furia nazista.

O frequentando “a piedi”o dall’alto, nuovi quartieri: il Postdamer Platz, il Pariser Platz. Oppure si può seguire il treno a levitazione magnetica Amburgo-Berlino, alla partenza nell’imponente e moderna Lehrter Zentralbahnhof (la nuova stazione centrale), o entrare nelle gallerie della metropolitana.

Ma Berlino 2010 non è una semplice simulazione. “Il nostro prodotto è la città di Berlino così come sarà realizzata dai progetti degli architetti e urbanisti – spiega Cary A. Bruce, il capoprogetto della Artemedia – ma oltre alla frequentazione degli spazi urbani, abbiamo aggiunto la fruizione degli spazi interni dei nuovi palazzi”. Come nel caso del Sony Center, dove è possibile visitare gli uffici e le sale riunioni complete di arredamenti e computer e godere dello stupendo panorama del parco cittadino e della città dalle vetrate e dalle finestre. Oppure compiere una visita all’interno del nuovo Parlamento tedesco e provare la sensazione di parlare dal palco degli oratori.

“L’efficacia di questo prodotto – dice Cary Bruce – consiste nella molteplicità di usi: per la promozione internazionale e la ricerca di investitori, per la visualizzazione delle fasi di progettazione, per i controlli di funzionalità, per la simulazione di modelli infrastrutturali ed ecologici, per l’Informazioneai cittadini e ai media”.

Il modello è stato utilizzato a Berlino per spiegare ai commercianti di una delle tante piazze in ristrutturazione la situazione che si sarebbe realizzata durante i lavori, trovando le soluzioni e scoprendo gli errori. “Costruendo il modello delle nuove 4 linee di metropolitana sotto il grande parco cittadino – racconta il capoprogetto di Artemedia – i progettisti si sono resi conto che realizzando un tunnel unico ne avrebbe sofferto il parco. Così hanno modificato il progetto costruendo un tunnel per ogni linea in modo tale che l’acqua potesse penetrare nel sottosuolo senza rovinare le piante di superficie”.

La realizzazione è iniziata nel 1995 in partnership pubblico-privata tra la Artemedia e il Senato di Berlino per l’urbanistica, l’edilizia e i trasporti. Berlino 2010 nasce come lo strumento ufficiale della città per il marketing e la pianificazione ed è il modello virtuale di città più grande del mondo. Ci sono volute 16.500 ore uomo di lavoro e un costo di tre miliardi per realizzarlo.

“Il modello comprende Berlino fino ai suoi confini – spiega Bruce – per una superficie di circa 900 chilometri quadrati. Centosessanta edifici testurizzati e quattro grandi edifici fruibili e frequentabili: il Deutscher Bundestag (il Parlamento), il Sony Center, la DG Bank, la Lehrter Bahnhof (la stazione centrale) e varie stazioni del metrò. Nell’ambito della pianificazione del traffico, poi, sono stati aggiunti al modello i nuovi tracciati ferroviari per treni a lunga percorrenza, la futura configurazione sotterranea della linea di metropolitana con le 6 stazioni e la visualizzazione dei cantieri edili”.

La rappresentazione non si ferma al suolo, ma continua sotto la città in un viaggio in sotterranea che ha dell’incredibile. Ci si può spostare sotto il grande parco cittadino, attraversando i tunnel della metropolitana per poi sbucare in superficie dentro il Bundestag o in uno degli edifici di prossima realizzazione.

“Molto del lavoro è stato fatto manualmente, soprattutto dove non esisteva una base digitalizzata dei progetti – spiega Cary Bruce di Artemedia – Abbiamo utilizzato software in commercio per la digitalizzazione di alcune foto di palazzi, e il Cad per importare progetti già realizzati. Ma per assemblare e permettere la visualizzazione del nostro lavoro abbiamo sviluppato GEN, un software specializzato per virtual reality. Stiamo già studiando una release per renderlo disponibile su Pc, in modo che diventi uno strumento “portatile”di comunicazione per il marketing urbano”.

Le dimensioni del modello sono di 49 Mb (equivalenti a circa 890.000 triangoli) e 163 Mb di testurizzazioni. “Abbiamo utilizzato macchine Silicon Graphic Onyx2 Infinite Reality, con 1 Gb di memoria Ram, 64 Mb di memoria per le testurizzazioni e 9 Gb di disco fisso – dice il responsabile Artemedia – I nostri partner sono nomi nel mondo informatico come Intergraph, SG, Hewlett Packard”. Artemedia è un’azienda leader di un settore che conta pochi concorrenti, soprattutto europei e tedeschi in particolare. “Noi siamo i soli che realizzano rappresentazioni virtuali di questo tipo – spiega Cary Bruce – Gli altri pochi concorrenti si sono specializzati più in attività di prodotto o in realizzazione di fabbriche. Tra i nostri clienti ci sono la Volkswagen, la Coca-Cola, la HP, il Comitato internazionale olimpico di Losanna, la Microsoft Deutschland, la Minolta, la città di Sao Paulo in Brasile, per citarne alcuni”.

“Berlino 2010″è una città in perenne evoluzione e seguirà le variazioni e gli abbellimenti che man mano verranno proposti dagli architetti e dai progettisti.
Un volo nel futuro accompagnati dal silenzioso angelo che protegge la città e i suoi abitanti.

Artemedia Productions: http://www.artemedia.de

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.