Home
Attenzione alle minacce informatiche

13 Marzo 2006

Attenzione alle minacce informatiche

di

“Spamming-phishing-zombie: Le nuove minacce alla sicurezza informatica”, questo il titolo del workshop che avrà luogo il prossimo 15 marzo a Firenze, presso Villa Agape, via Torre del Gallo 8/10

La produttività e la competitività delle imprese italiane sono oggi sempre più minacciate dalla diffusione di attacchi informatici. Oltre alle insidie tradizionali di virus e falsi allarmi, si stanno moltiplicando anche pericoli nuovi come: zombie, spamming e phishing.

Partendo da questa considerazione Sophos, azienda operante nel settore della sicurezza informatica enterprise, ha organizzato a Firenze un workshop sulle nuove minacce in arrivo dalla Rete.

Questa giornata di approfondimento è dedicata alle aziende della regione e verte su tre momenti chiave:

  • l´analisi dello scenario dei crimini informatici, con particolare attenzione alle principali tipologie di attacchi;
  • l´approfondimento delle soluzioni di sicurezza per bloccare le insidie informatiche;
  • l´esperienza dei clienti: l´Università di Siena ed ECS International SpA presenteranno in anteprima la propria testimonianza.

Nel corso dell´evento, che si svolgerà dalle ore 9.30 alle 13, Sophos incontra l´imprenditoria, gli enti pubblici e le istituzioni accademiche fiorentine per analizzare i nuovi e sempre più insidiosi pericoli della rete.

Lo zombie consiste nell´impadronirsi in remoto di PC, utilizzandoli per lanciare campagne di spam e/o attacchi di virus. Il problema è che spesso gli utenti sono ignari del fatto che il proprio computer è infetto.

Lo spamming è la posta commerciale non richiesta (l´equivalente elettronico della pubblicità indesiderata che riempie le nostre cassette delle lettere), attività in forte aumento anche perché genera profitti.

Infine, il phishing è una frode informatica commessa via e-mail. Il phisher è colui che, spacciandosi per la banca del destinatario, cerca di impossessarsi di informazioni sensibili come password, numero di carta di credito e di conto corrente, al fine di operare degli illeciti trasferimenti bancari.

Dati allarmanti, emersi da una recente indagine mondiale condotta da Sophos, rivelano che il 58% degli utenti riceve al giorno almeno una e-mail phishing, mentre il 22% ne riceve molte di più: oltre cinque.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.