Home
Asus difende il mini-overclock delle motherboard

27 Ottobre 2006

Asus difende il mini-overclock delle motherboard

di

L'azienda produttrice era stata accusata di ingannare i clienti con un leggero overclock dei suoi prodotti, ma “si tratta solo di una soluzione per migliorare la stabilità dei sistemi”

La settimana scorsa Asus era stata accusata dalla testata NGOHQ di praticare un leggero over-clocking – in house – sulle sue motherboard, per migliorare le performance. In pratica il parametro correlato al voltaggio del vcore, sempre secondo gli autori dell’articolo, sarebbe oggetto di un over-voltaggio difficilmente rilevabile dai clienti, che in alcuni casi produrrebbe un surriscaldamento dell’hardware e possibili crash.

Asus ha deciso di contattarci per fare chiarezza sulla questione. Daniele Buttafava, Market Development Manager di Asus Italia, in una lunga lettera esplicativa ha confermato l’over-voltaggio, ma ha precisato anche che si tratta un metodo che consente di «garantire una maggior stabilità del sistema ed, in particolare, evitare che picchi e cali di tensione o di carico di lavoro si risolvano in un crash del Pc». Allo stesso tempo ha voluto ricordare che la tecnologia proprietaria

PEG link (che permette di overcloccare il bus PCI Express) è facilmente accessibile da BIOS o in automatico dalla scheda stessa, e quindi anche disabilitabile. A questo punto bisogna altresì aggiungere che il vcore del processore AMD socket 939 è un 1.4v ± 0,5mV. Insomma, dispone di una tolleranza più che sufficiente per gestire leggeri innalzamenti del voltaggio, che secondo Buttafava «deriva anche dall’imprecisa calibrazione della maggior parte degli alimentatori utilizzati normalmente».

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.