Home
Artdrive: l’hard disk portatile diventa un’opera d’arte

22 Aprile 2003

Artdrive: l’hard disk portatile diventa un’opera d’arte

di

Presentata la linea di dischi rigidi portatili disegnata dall'artista svizzero Johann Ulrich: un ottimo modo per unire l'utilità con l'estetica.

ALL4DDVD ha presentato Artdrive: la prima linea di hard disk esterni portatili, dotata di cover artistiche. L’idea è unire la praticità di una memoria di massa portatile, con l’estetica: l’hardware diventa sempre più oggetto da esibire.

La linea di hard disk portatili è composta da alcuni tra i dei più veloci hard drive Firewire in commercio, che si avvalgono, a seconda dei modelli, della tecnologia Hitachi e IBM.
Nonostante le ridotte dimensioni, i dischi portatili sono in grado di contenere fino a 40 o 80 Gb di dati. La connessione Firewire permette un trasferimento delle informazioni alla velocità massima di 25 Mb al secondo.

Per quanto riguarda l’alimentazione, è stato eliminato il rischio di doversi avvalere di uno scomodo cavo con trasformatore esterno: l’alimentatore è interno, mentre, per quanto riguarda i Pc portatili, l’alimentazione è garantita da connettori Firewire a 4 pin. Naturalmente, la periferica è stata studiata per lavorare sia sotto ambiente Windows che con i più recenti Macintosh.

Ad un prodotto con ottime specifiche come quelle descritte, si aggiunge, in questo caso, il design elegante e innovativo. Gli hard disk portatili, infatti, dispongono di chassis artistici, curati dall’artista svizzero Johann Ulrich, un allievo della scuola tecno-surrealista di H R Giger, che è riuscito a trasformare le semplici unità portatili in oggetti di design dal look “alieno”.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.