OFFERTA DEL GIORNO

Machine Learning con Python in ebook a 6,99€ invece di 24,99€

Risparmia il 72%
Home
Arriva Mozilla: il browser ambizioso

10 Giugno 2002

Arriva Mozilla: il browser ambizioso

di

È finalmente disponibile la versione 1.0 dell'atteso software nato dalla rielaborazione del codice open-source di Netscape

Dopo una attesa decisamente molto lunga (il software è stato in versione 0.9 per oltre un anno), è stata rilasciata la versione 1.0 di Mozilla, un browser alternativo a Microsoft Internet Explorer basato sul codice open source di Netscape.

Come gran parte dei programmi open-source, il browser non è per ora mirato agli utenti finali, ma più ad un’audience di sviluppatori, appassionati e utenti esperti. Questi troveranno un programma non dissimile da quelli più diffusi e stabiliti della concorrenza, con qualche elemento di spicco che non guasta mai.
In particolare si fanno notare un sistema di skin che permette di personalizzare il look della finestra di navigazione, un servizio di ricerca contestuale alla navigazione (è sufficiente evidenziare una o più parole sul browser e selezionare una voce di menù per avviare automaticamente un motore di ricerca) e, soprattutto, qualche accorgimento di “igiene informatica”. Una delle funzioni più apprezzate, infatti, è la possibilità di bloccare determinati server e impedire che le pagine e le immagini provenienti da questi si aprano all’interno del browser: un’ottima soluzione contro i banner più invadenti. Meglio ancora è l’opzione che impedisce l’apertura automatica di finestre del browser non autorizzate (insomma, un modo intelligente per liberarsi da fastidiosi pop-up).

Nonostante si sia alla versione 1.0, Mozilla dispone di un buon numero di funzionalità, che ne fanno un programma abbastanza completo. Il browser, infatti, dispone di compatibilità completa per HTML 4.0, XML, CSS1, SOAP 1.1 XSLT, RDF, DOM1 e Xpath 1.x. Per XHMLT, DOM2 e CSS2, invece, la compatibilità è solo parziale (auspicando che la comunità open-source produca al più presto qualche soluzione valida). Oltre alle tradizionali funzioni di navigazione, sono disponibili un client di posta piuttosto ordinario e un editor WYSIWYG di HTML (da migliorare, ma in grado di generare codice abbastanza “pulito”).

Sicuramente uno dei punti di forza del nuovo browser open source è la sua natura multipiattaforma. Mozilla 1.0, infatti, è disponibile per Windows (9x e Xp), Mac, Linux, Hp-Unix e Free BSD.
Nonostante le prestazioni del nuovo browser siano solamente ordinarie e, di fatto, il browser non presenti elementi rivoluzionari che tanti si attendevano, Mozilla può avere una chance di scalfire il dominio assoluto di Internet Explorer. Netscape, infatti, ora è parte di America Online: un vero e proprio gigante della Rete che farà di tutto per imporre il programma ai propri utenti. La grande base di clienti di AOL e l’interesse di aziende come IBM e Red Hat nello sviluppo di applicazioni per Mozilla, infatti, potrebbero garantire al browser un supporto adeguato.

L'autore

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.