Home
Arriva il successore dele GeForce 4: la massima potenza grafica per l’utenza consumer

19 Novembre 2002

Arriva il successore dele GeForce 4: la massima potenza grafica per l’utenza consumer

di

Nvidia presenta GeForce FX, un GPU che promette prestazioni superiori almeno del 30% rispetto alla concorrenza

Con la commercializzazione delle schede GeForce 4, Nvidia ha di fatto sancito una leadership pluriennale nell’ambito del mercato delle schede video consumer.
Le GeForce, sbarcate finalmente anche sui Mac, hanno dominato per mesi e mesi, sia per quanto riguarda la potenza pura, che per quanto riguarda la “purezza” delle immagini 3D generate: pare che Nvidia sia riuscita a realizzare un ottimo compromesso tra performance tridimensionale e qualità dell’immagine.

La leadership delle GeForce 4, tuttavia, è stata seriamente minacciata negli ultimi mesi dall’uscita dell’ultima generazione di schede (la serie 9) di ATI. In particolare la ATI Radeon 9700 è stata in grado di battere (anche se non di molto) la GeForce 4 in quasi tutti i benchmark, inclusi quelli relativi alla qualità dell’immagine.

La reazione di Nvidia non ha tardato a giungere: l’azienda statunitense ha annunciato, dopo un hype online durato circa un anno, la nuova generazione di GeForce, basata sul chipset NV30.
La nuova famiglia di schede avrà il nome (non confermato) GeForce FX e supporterà pienamente le DirectX 9, disporrà di 8 doppie pipeline per il rendering, sarà dotata di memoria DDR a 256/128 bit e avrà un’architettura tale da massimizzare la portata del flusso di memoria, in modo tale da raggiungere livelli record di performance.

Numerose fonti (per ora non ufficiali) hanno confermato che la nuova scheda dovrebbe superare il Radeon 9700 in termini di performance di oltre il 30% a risoluzioni medio-alte e alte, oltre a garantire una qualità di immagine notevole. Pare che la potenza della scheda sia tale da superare in precisione l’hardware utilizzato per la realizzazione del film animato “Toy Story”. Ovviamente le voci resteranno tali fino a quando qualche test affidabile non confermerà (o smentirà) i sensazionali benchmark riportati finora.

L'autore

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.