Home
Arriva il browser per il DOS

30 Marzo 1998

Arriva il browser per il DOS

di

Ora anche con un vecchio 286 è possibile navigare in Internet senza rinunciare alla grafica

Se fino a oggi avete pensato che con il vostro vecchio 386 o con l’ancora più vetusto 286, l’accesso a Internet vi era negato, cambiate rapidamente idea. Le vecchie macchine DOS hanno finalmente a disposizione un’intera suite di programmi (compreso un ottimo browser che poco ha da invidiare a Netscape o Explorer) per collegarsi a Internet e navigare nella Rete senza rinunciare alla grafica.
Nonostante quello che tutti vi dicono, insomma, non siete obbligati a vendere il vostro vecchio computer e comprare un nuovo Pentium II dando fondo al vostro conto in banca.

Il miracolo è riuscito a un programmatore della Repubblica Ceca, Michael Polàk, che ha creato Arachne, il primo programma DOS-based per accedere a Internet senza rinunciare all’interfaccia grafica.
Non tutte le opzioni consentite da Netscape o Explorer sono supportate (il nuovo browser a volte ha problemi con le immagini di background e non supporta gli Script Java), ma la navigazione è soddisfacente ed è possibile fare quasi tutto.

Arachne supporta l’HTML 4.0, consente di vedere i form, i frames, le tabelle, e le mappe cliccabili e opera anche in ambiente multimediale. È anche possibile vedere filmati MPEG e sentire file audio WAV. E tutto questo con delle richieste hardware minime veramente modeste: processore 286 con 640K di RAM.
Arachne può essere utilizzato anche con il mouse, ma se non l’avete potete usare i comandi a tastiera.
La suite di programmi oltre al browser comprende una serie di utilities tra le quali un programma grafico per navigare nel vostro hard-disk, un client per la posta elettronica, un client Telnet e un programma FTP drag-and-drop.

Per scaricare il software: http://www.naf.cz/arachne/

L'autore

  • Redazione Apogeonline
    Nella cura dei contenuti di questo sito si sono avvicendate negli anni tantissime persone: Redazione di Apogeonline è il nome collettivo di tutti noi.
    Non pensare che abbiamo scelto questa formula per non rendere merito o prendere le distanze da chi ha scritto qualcosa! Piuttosto in alcuni casi l'abbiamo utilizzata nella convinzione che non aggiungesse valore al testo sapere a chi appartenesse la penna – anzi la tastiera – di chi l'ha prodotto.

    Per contattarci usa il modulo di contatto che trovi qui.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.