ULTIMI 4 POSTI

Corso | LANGUAGE DESIGN: PROGETTARE CON LE PAROLE | Milano 28 ottobre

Iscriviti ora
Home
Arrestato un presunto hacker del Forum di Davos

07 Marzo 2001

Arrestato un presunto hacker del Forum di Davos

di

A febbraio si erano presi gioco del Forum economico mondiale di Davos penetrando dentro i computer che custodivano dati riservati dei partecipanti, rubandoli.
Tra le informazioni, i numeri di carte di credito di Bill Gates, Bill Clinton e Yasser Arafat.

Secondo fonti svizzere la polizia avrebbe arrestato a Berna uno dei presunti hacker e subito interrogato a seguito di “importanti prove” non meglio specificate.
Si tratterebbe di un uomo abitante a Berna che, per il momento, non avrebbe fatto alcuna dichiarazione aspettando l’arrivo del suo avvocato.

Gli hacker hanno compiuto un’azione definita “dimostrativa” e non hanno utilizzato i numeri delle carte per fare acquisti.
I dati rubati dei 1.400 partecipanti al Forum sono stati inviati, dentro un dischetto, ad un giornale svizzero.

In un’intervista realizzata dallo stesso giornale il collettivo di hacker, chiamato “Virtual Monkeywrench”, ha dichiarato che loro intenzione era compiere un “buon sabotaggio”, che miravano ad “attaccare i potenti e il potere” e che penetrare dentro il sistema informatico del Forum era stato “come entrare in un cortile”.

I quei giorni la cittadina di Davos era sotto assedio delle forze di polizia che cercavano di impedire l’accesso ai manifestanti appartenenti al cosiddetto “popolo di Seattle” che si batte contro la globalizzazione.

Hanno chiuso tutti gli accessi fisici, scordandosi di rinforzare quelli “vituali”.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.