Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti
Home
Arlacchi chiede una legislazione universale contro il traffico di droga online

27 Giugno 2000

Arlacchi chiede una legislazione universale contro il traffico di droga online

di

Le Nazioni Unite cercano lo strumento giuridico per fare del traffico di droga su Internet un crimine universale come i crimini contro l’umanità e il genocidio.

È questo quello che ha dichiarato Pino Arlacchi, uno dei più grandi conoscitori italiani del fenomeno mafioso e oggi direttore dell’Ufficio dell’Organo internazionale del controllo degli stupefacenti (OICS), con sede a Vienna.

Durante una conferenza stampa, Arlacchi ha dichiarato: “Siamo sempre più preoccupati per l’uso dei siti Web e di Internet per fare pubblicità alle droghe”.

“Siamo attivamente coinvolti in una strategia a lungo termine, e cerchiamo il modo per sapere come poter perseguire i crimini via Internet”, ha aggiunto il direttore dell’OICS.

Arlacchi ha tuttavia rilevato che “Internet è importante per facilitare gli scambi d’informazione e l’estensione del mercato”.
Ma, secondo lui, il traffico di droga è “un’attività tradizionale, che fa ricorso a vecchi metodi” e il ricavato della droga scambiato su Internet resta molto scarso.

“Il problema più difficile resta lo strumento giuridico”, ha sottolineato Arlacchi.

Le leggi universali si applicano, oggi, a due tipi di crimine: i crimini contro l’umanità e il genocidio.

Per saperne di più e leggere il documento di Pino Arlacchi, andate all’indirizzo
http://www.un.org/News/briefings/docs/2000/20000622.arlacchibrf.doc.html

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.