RISPARMIA IL 15% SU TUTTI I CORSI

Fino al 31 agosto con il codice sconto CORSARO

Scegli il tuo corso e iscriviti!
Home
Appocalisse

14 Marzo 2014

Appocalisse

di

Senza la parola magica di attualità contate come il due di picche a briscola. Se però picche diventa il seme di briscola…

Vorrei avere un euro per ogni volta che, navigando su iPad, ho trovato una pagina web oscurata dalla scritta Questo sito ha un’app! Vuoi scaricarla? Potrei comprarmi un flacone grande di Maalox con cui calmare il mio mal di stomaco.

È proverbialmente noto che una <img> vale mille <span lang=”it-IT”> quindi permettetemi di ripubblicare in questo spazio una vignetta dell’incommensurabile strip xkcd.

Una vignetta del fumetto online XKCD

Se faccio clic su “no” perdo ogni diritto, quindi non disturbarti a portarmi alla pagina che volevo raggiungere, puoi lasciarmi invece sulla pagina home. Grazie lo stesso.

Qualcuno penserà che sto emulando Cicero pro domo sua e scrivendo a tutto mio vantaggio. Il sottoscritto di mestiere sviluppa siti web, non app, quindi adesso prova a convincere il mondo a fare meno app e più siti. Macché, non è questo il punto.

Se la vostra azienda, ente, associazione, organizzazione, circolo del bridge, famiglia di malaffare ha modo di profittare dall’esistenza di un’app, correte a farvene fare una con la mia (insignificante) benedizione. Il punto è un altro: se (e solo se) la vostra app si tradurrà in una copia conforme del sito, ovvero offrirà esattamente i medesimi contenuti, sappiate che dovrete svilupparla almeno due volte (per iOS e per Android) in almeno due varianti (per tablet e per smartphone). Alla fine di tutta questa fatica sprofonderà al milionesimo posto negli app store che notoriamente hanno un importante problema di visibilità per tutte le app che non sono di qualità mondiale.

Non sto dicendo date quei soldi a me, ché vi amplio il sito. Sto dicendo gettateli in vino e donnacce e ne avrete maggior soddisfazione.

L'autore

  • Luca Accomazzi
    Luca Accomazzi (@misterakko) lavora con i personal Apple dal 1980. Autore di oltre venti libri, innumerevoli articoli di divulgazione, decine di siti web e due pacchetti software, Accomazzi vanta (in ordine sparso) una laurea in informatica, una moglie, una figlia, una società che sviluppa tecnologie per siti Internet

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.