REGALA UN CORSO

È facile ed è un modo di dire: segui i tuoi sogni, credo in te!

Scopri come fare in 3 passi
Home
Apogeonline Mobile Award Dimmi che nomade sei e ti dirò che computer vuoi

05 Luglio 1999

Apogeonline Mobile Award Dimmi che nomade sei e ti dirò che computer vuoi

di

Ennio Martignago assegna, per la prima volta in Italia, i premi ai migliori computer portatili, dai Notebook ai Palmtop passando per i PC Companion. Se dovete fare un acquisto leggete prima qui

Nella più consolidata tradizione del kitsch mediatico di stampo statunitense, ci lanciamo anche noi in un award informatico. Lo facciamo mettendo a fuoco una specifica categoria, quella dei prodotti portatili. Inauguriamo così l´Apogeonline Mobile Award, con la mente rivolta a quelle di C|NET e soprattutto a quella di Mobile Insight

A differenza della loro, nella nostra classifica preferiamo privilegiare un particolare rapporto: quello fra portatilità/mobilità/costo/
originalità/comodità
. È una classifica del tutto arbitraria e potrebbe chiamarsi: “Dimmi che nomade sei e ti dirò che computer vuoi”.

Categoria Superleggeri

Dedicata a nomadi post-moderni e soprattutto minimalisti: di poche parole e tanti appunti, senza borsa o quasi, ma anche un po’ vanesi e amanti dei gadget di lusso.

Vincitore: Palmt V di 3com
Scheda
prezzi 1 e 2

L’alta diffusione e la ricca dotazione software, nonché il fatto di essere stato il primo, fanno di PalmPilot il palmare per eccellenza. Molto più leggero ed elegante dei palmari con Windows CE, vanta un sistema operativo e una flessibilità senza eguali (funziona benissimo con computer Macintosh). Nonostante l’uscita della versione VII, la scarsa diffusione (questo modello non é previsto per l’Europa) e la relativa prematurità del prodotto e il suo ingombro (noi preferiamo le soluzioni modulari alle all-in-one) lo rendono molto meno interessante del capolavoro di leggerezza, eleganza e robustezza costituito dalla versione V.

Principale limite: la miniaturizzazione costa cara rispetto al modello IIIx, oltre che in termini di spesa, anche perché comporta la rinuncia a 2 MB di RAM e alla possibilità di utilizzare batterie stilo sostituibili. Queste limitazioni sottolineano che non si tratta di un oggetto destinato a ricchi archivi, ma soprattutto alle funzioni di transito del neo-nomade.

Segnalazioni::
IBM WorkPad: per soluzioni verticali in imprese che adottino reti wireless; é il corrispettivo IBM del modello III di 3com e usa lo stesso sistema operativo.
DaVinci: per spendere poco accontentandosi delle risorse di base del sistema palmare; nonostante questo, il produttore ha un sito in cui potete trovare un bel po’ di shareware; inoltre, compresa nel prezzo, c’è anche la tastiera.
Casio Cassiopeia E-10: per nomadi decisamente “pre-moderni” che non possono fare a meno di Windows, fra i tanti, questo palmare CE un po’ più ingombrante é veloce meno “cacofonico” di quelli a colori (Cassiopeia E-15 e Compaq Aero 2100).

Categoria Executive Light (H/PC half size)

Dedicata a nomadi prolifici, come professionisti, manager, scrittori, gente che ha bisogno di lavorarci con il computer, o comunque intrattenersi in attività maggiormente complesse che richiedono un’attività di scrittura non riducibile ai pochi appunti a penna su un palmare e pertanto esige un apparecchio completo, leggero e con molta autonomia, schermo di dimensioni generose e tastiera grande quanto quella di un notebook. La classe light, dalle dimensioni A3, un tempo classificabili come sub-notebook, privilegia leggerezza, flessibilità, dimensioni e consumi ridotti.

Vincitore: MobilePro 770 di NEC
Scheda
Prezzi

Ha tutto quello che serve ad un professionista grazie alla versione 3.0 per H/PC di Windows CE. Non manca di alcun device rispetto alle versioni superiori (unica assenza la porta USB), ma lo schermo di dimensioni ridotte (400×300) riduce al minimo l’ingombro (ma non la comodità della tastiera), senza limitare le possibilità per chi vuole scrivere, far di conto, o collegarsi ad Internet; inoltre consuma di meno e per questo le sue batterie durano di più: trovate un notebook che vi permetta di lavorare per 12 ore consecutive!

Ex-Aequo:

Psion Serie Vmx
Scheda
Prezzo

Il decano degli handheld: super portatile, per quanti rinunciano alle comodità di una tastiera estesa o hanno le dita sottili; l’unico che non ha bisogno di Windows o di un PC per funzionare (va benissimo d’accordo con un Mac); ricchissimo di programmi, vanta una leggerezza, un consumo (usa due batterie stilo) e una portabilità senza eguali; le sue dimensioni lo rendono un po’ delicato e ogni estensione in più (dalla memoria ai cavi o al modem) costa cara (anche se il prezzo della macchina in sé é molto diminuito).

La nuova versione (mx) vanta un processore e RAM raddoppiati rispetto al modello precedente; il CD ROM allegato, oltre ad una nuova versione di PsiWin, vanta un programma di navigazione, Web, significativamente migliore di Internet Explorer (supporta frames e contiene una Java Virtual Machine del tutto assente in CE), la sincronizzazione dell’e-mail e un programma per interagire con i cellulari.

Segnalazioni:
LG H-220C unica alternativa con Windows CE disponibile sul mercato italiano: molto simile a MobilePro ma anche molto meno interessante e più costoso.
Sony Vaio PCG C1X (vedi Categoria border Line)

Categoria Executive DeLuxe (PC Companion)

Sostanzialmente simile alla precedente, ma dedicata soprattutto a quanti non rinunciano allo schermo grande, anche a prezzo di una minore comodità di trasporto e un consumo leggermente superiore: dei quasi-notebook.

Vincitore: MobilePro 800 di NEC
Scheda
Prezzi

Con uno schermo 800×600 a 64k colori, 32 MB di RAM e porta USB, consentirebbe di utilizzare al meglio PowerPoint e Internet Explorer, se solo Microsoft, oltre ad averli inseriti in CE 3.0, li avesse realizzati in modo da poter essere utilizzati.

Segnalazioni:
IBM WorkPad z50
Scheda
Prezzo

Quasi ex-aequo con MobilePro, al prezzo di alcune rinunce in memoria e in numero di colori (in cambio ha un buon registratore che funziona anche a computer spento), risulta più adatto per soluzioni aziendali verticali e soprattutto per quanti sono abituati ad usare un Notebook ThinkPad di IBM.

Vadem Clio (e Sharp Tripad): con la soluzione esteticamente più originale sul mercato, il suo schermo può essere ruotato in modo da permetterne un uso tradizionale (tastiera) o da super-palmare (tavola grafica) o ancora da schermo per presentazioni (posizione estrusa). La sua velocità é però fra le meno competitive (circa un quarto del MobilePro). È l’ideale se volete fare colpo in aeroporto, attirando l’attenzione su di voi. I due modelli sono pressoché uguali, ma solo il Clio ha un programma di riconoscimento calligrafico di ottimo livello (Calligrapher) per l’uso completo della posizione a tavoletta.

HP Jornada 820e: dal prezzo leggermente più elevato, ma con meno RAM e numero di colori, vanta un processore di nuova concezione, molto più veloce, ma anche meno collaudato (soprattutto con il software per altri processori).

Categoria border-Line (Notebook)

Dedicata ad aspiranti nomadi e a quelli che non possono – vogliono permettersi altri computer e scelgono di fare ogni cosa con la stessa macchina (e che quindi la vogliono trasportabile); ma anche a quanti come computer principale non vogliono avere un modello da scrivania, ma qualcosa di molto meno ingombrante.

I concorrenti per questa categoria sono molti e l’assegnazione più discutibile. Per questo segnaleremo più vincitori.

Sony Vaio PCG C1X

Per chi non vuole rinunciare alla portabilità ecco il migliore sub-notebook sul mercato (unica alternativa IronBook di Sendel): ottima tastiera, schermo a 9 pollici e 16 milioni di colori con risoluzione 1024×480, CD-ROM, floppy, modem, tanta RAM e hard disk capiente e in più l’originalissimo gadget di una telecamera digitale inserita nel coperchio; il prezzo è abbastanza contenuto (quattro milioni e mezzo circa); comunque la batteria difficilmente durerà più di due ore.

Apple PowerBook G3 (333 e 400 MHz)
Unici rappresentanti di computer con il sistema operativo Macintosh, sono con ogni probabilità i migliori notebook all-in-one attualmente in commercio; unici limiti il prezzo non proprio ridotto (dai sei milioni, periferiche incluse) e soprattutto la mancanza di modularità (quindi peso e consumi elevati, per quanto siano i più bassi della categoria).

IBM ThinkPad 570
Probabilmente il migliore notebook modulare per sistemi Wintel. Fra i primi dotati di processore Pentium II 300 PE (Dixon) dai consumi ridotti e basso riscaldamento. La base (UltraBase) é una conchiglia da cui si stacca il resto della macchina e in cui trovano alloggiamento un’ampia serie di periferiche, come CD-ROM, DVD, lettore Zip, non comprese all’acquisto. Il prezzo di questa macchina (soprattutto se si comprendono le periferiche) é senza dubbio fra i più elevati (a partire dai sei milioni e mezzo).

Soluzioni economiche

IBM ThinkPad “iSeries” 1418 (all-in-one a circa 3 milioni e mezzo)

Sharp PC-A150 (thin notebook modulare a circa 4 milioni e mezzo in Italia e molto meno in USA)

Prossimamente: gli award degli accessori, delle soluzioni wireless e del software.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.