Home
Anche YouTube dice ciao

20 Giugno 2007

Anche YouTube dice ciao

di

Quel che si dice in Rete. YouTube tricolore. X-Series, si discute ancora. L'eterna lotta tra blogger e giornalisti. Opere d'arte a nove gigapixel.

Anche YouTube in Italia. Dopo Flickr, anche un altro servizio simbolo del web 2.0 esordisce in versione multilingue. YouTube da oggi è raggiungibile, come osserva Onemarketing, nella sua versione completamente in italiano. Giuseppe Pessia trova che ci sia stata una svolta nelle applicazioni web, che sempre più cercano di internazionalizzarsi. Sboob osserva come la piattaforma non sia ancora del tutto localizzata, ma ci sia spazio per migliorare. Giovanni Calia spiega i possibili effetti di questa progressiva localizzazione delle applicazioni web, e Pandemia osserva come alcuni canali italiani abbiano subito risposto alle novità di YouTube aprendo un canale sulla tv. Dario Salvelli si sofferma in particolare sull’entrata del portale rai.tv, il quale, secondo Melablog, ha finalmente dimostrato una buona attenzione agli utenti riguardo all’accessibilità. Di questo parla anche Andrea Toso, evidenziando un commento di Rai.Tv a un suo precedente post. Intanto si fa strada YouTube Remixer, un sistema per montare online i video, che per Tommaso Tessarolo è poco più che un giocattolo. Intanto Microsoft non sta a guardare, e aggiorna Mediaroom, la sua piattaforma IpTV. Ne parla Daniele Semeraro.

Tutti parlano di X-Series. La tariffa dati di Tre è ancora al centro delle discussioni: Massimo Cavazzini la difende, osservando come si tratti comunque di un prezzo concorrenziale; Massimo Mantellini risponde, ribadendo il suo scetticismo. Anche Pietro Saccomanni interviene, osservando come in realtà quello dei costi sia un falso problema.

Regali e blogger. Alessandro Longo critica la pratica sempre più frequente messa in atto dalle aziende, che regalano prodotti ai blogger per ottenerne recensioni. Livefast su Macchianera risponde con ironia, puntualizzando come la passione sia un ammortizzatore forte quanto una redazione.

Nove Gigapixel per una foto. Paolo Attivissimo segnala un’immagine dalla straordinaria risoluzione, che diventa anche un nuovo modo per esplorare le opere d’arte.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.