OFFERTA DEL GIORNO

Machine Learning con Python in ebook a 6,99€ invece di 24,99€

Risparmia il 72%
Home
Anche per i contratti online è necessaria la specifica approvazione per iscritto delle clausole vessatorie

10 Giugno 2002

Anche per i contratti online è necessaria la specifica approvazione per iscritto delle clausole vessatorie

di

Una recente sentenza del giudice di pace di Partanna ha chiarito che anche le clausole vessatorie contenute in un contratto concluso per via telematica, che stabiliscono condizioni più sfavorevoli per il contraente più debole, devono essere approvate secondo le specifiche modalità di cui all'art. 1341, 2° comma, cod. civ.

Le disposizioni sulla firma digitale, sulla firma elettronica e, più in generale, le norme che disciplinano la conclusione dei contratti conclusi via Internet, non hanno abrogato gli articoli del codice civile concernenti l’approvazione delle clausole vessatorie e, in particolare, l’art. 1341.

È quanto ha stabilito il giudice di pace di Partanna che, con la sentenza 15/02, ha ritenuto senza effetto, perché non specificamente approvate per iscritto, ai sensi dell’art. 1341, 2° comma, cod. civ., le clausole di un contratto concluso online che prevedevano una deroga alla competenza dell’autorità giudiziaria.

La sentenza ha chiarito che – contrariamente a quanto sosteneva il legale dell’imprenditore convenuto in giudizio – “cliccando” sull’apposito tasto, il contraente non approva incondizionatamente tutte le clausole contrattuali.

In particolare, per approvare le clausole vessatorie, prosegue il giudice, sarebbe necessario ottenere almeno “un doppio assenso, premendo sull’apposito tasto: uno di adesione e l’altro di approvazione delle clausole cosiddette vessatorie, tra le quali va annoverata quella relativa alla deroga sul foro territorialmente competente”.

Il “click”, si legge ancora nel testo del provvedimento, non può integrare in nessun caso la necessaria “sottoscrizione per iscritto”.

L'autore

  • Annarita Gili
    Annarita Gili è avvocato civilista. Dal 1995 si dedica allo studio e all’attività professionale relativamente a tutti i settori del Diritto Civile, tra cui il Diritto dell’Informatica, di Internet e delle Nuove tecnologie.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.