Home
Anche Jakob Nielsen contro il Wap

30 Ottobre 2000

Anche Jakob Nielsen contro il Wap

di

I portali in Rete sono la superficie visibile di un intero mondo d'informazioni e di applicazioni che hanno lo scopo di dare contenuti e rendere possibili le transazioni commerciali

“Penso che il Wap sia una bufala e consiglio i lettori di tenersi ben stretti i loro soldi e di non comprare un telefonino Wap proprio ora. Meglio aspettare il 2001 e comprare un cellulare di terza generazione”, ha recentemente dichiarato all’Espresso Jakob Nielsen, il guru per eccellenza della “web usability”, l’autore degli ormai leggendari “Top Ten Mistakes in Web Design” (che purtroppo molti sviluppatori di siti continuano a ignorare).

I motivi del suo accanimento? Molteplici e, peraltro, pienamente giustificabili. Gli schermi dei telefonini sono troppo piccoli per contenere informazioni utili; le tastiere non vanno bene per inserire degli input testuali perché sono state pensate per comporre numeri di telefono; le connessioni troppo lente (9,6 kb/sec) e scomode (ogni volta che si richiedono nuove informazioni bisogna fare una nuova chiamata). Inoltre, poiché il Wap non è sviluppato in HTML ma in WML, i siti Internet devono essere riprogrammati.

E, dal momento che gli utenti Wap sono pochi, le Internet company sono restie a investire in questa tecnologia. Di conseguenza, gli utenti si devono accontentare di una ristretta gamma di servizi. E proprio qui viene meno il grande vantaggio del Web: un’unica grande rete che connette tutto e tutti e dove ciascuno può scegliere dove andare!

Dalle righe del suo penultimo Alertbox Nielsen polemizza contro le dimostrazioni che vengono fatte durante i convegni sul Wap, nelle quali rampanti manager si destreggiano tra le transazioni via cellulare, e conclude ironizzando: “Figuriamoci se i responsabili degli acquisti non sono seduti comodamente nel loro ufficio con tutti i servizi necessari a portata di mano?”

E il futuro dove sarà? In nuovi device wireless come Blackbarry (per inviare e ricevere e-mail), Modo (un ergonomico “uovo di plastica” che consente di fare tutte le operazioni con una sola mano), il nuovo prototipo di cellulare della Microsoft (che visualizza pagine HTML grazie a Pocket Internet Explorer). Ma soprattutto nei Personal Digital Assistant come Palm Pilot, nel nuovo standard giapponese I-Mode e nelle connessioni a larga banda come Umts.

Parola di guru!

Il sito di Jakob Nielsen:
http://www.useit.com

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.