RISPARMIA IL 15% SU TUTTI I CORSI

Fino al 31 agosto con il codice sconto CORSARO

Scegli il tuo corso e iscriviti!
Home
Anche il cellulare con l’auricolare è pericoloso

15 Luglio 2003

Anche il cellulare con l’auricolare è pericoloso

di

Telefonare guidando, utilizzando un kit viva-voce o un auricolare, rappresenterebbe comunque un grave pericolo. I dati di una ricerca svedese

Parlare al cellulare tenendolo semplicemente in mano, come molti automobilisti imprudenti fanno, è estremamente pericoloso e i dati degli incidenti provocati da questa cattiva abitudine sono ormai noti a tutti. Quello che non è noto è che anche utilizzare un kit viva voce o un auricolare, mentre si guida, rappresenta un pericolo del tutto simile.

La National Road Administration svedese ha effettuato un test scientifico che ha fornito dati piuttosto allarmanti. Il test è consistito nel prendere 48 persone, dividerle in due gruppi e farle “guidare” all’interno di un simulatore. Un gruppo era equipaggiato con un telefono cellulare dotato di kit viva voce e l’altro solo del telefonino.

Gli automobilisti hanno ricevuto ciascuno circa dieci chiamate telefoniche nell’arco di un’ora e mezza di guida simulata, in diverse condizioni ambientali. “È la distrazione provocata dalla conversazione telefonica il vero problema”, ha dichiarato Ingemar Skogo, direttore della National Road Administration svedese.

Molti Paesi europei e alcuni stati americani hanno proibito l’uso dei telefoni cellulari al volante, giudicandoli molto pericolosi e responsabili di una percentuale non indifferente di incidenti. Ma è quasi sempre consentito farne uso con l’ausilio di un kit viva voce o tramite un auricolare, che lasciano le mani dell’automobilista libere. È il caso dell’Italia che, con le nuove regole del codice della strada, ha concesso, appunto, la possibilità di parlare al cellulare mentre si guida a patto che si utilizzi almeno un auricolare. Ma come hanno verificato i ricercatori svedesi, anche in queste condizioni, il rischio di incidenti non diminuisce, perché il pericolo maggiore non è rappresentato dall’impedimento alla guida causato dal tenere in una mano il cellulare e nell’altra il volante, ma dalla distrazione provocata dalla conversazione.

Le conclusioni dello studio svedese avvalorano i dati forniti di recente da un articolo della rivista “Psychological Science”, secondo il quale la tecnologia “mani libere” non ridurrebbe il rischio di incidenti in quanto sarebbe l’attenzione, la concentrazione dell’automobilista e non la sua capacità di tenere in mano il telefonino continuando a guidare, a rendergli più difficile in controllo del veicolo.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.