Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti
Home
Amnesty lancia un appello per l’uso libero della rete in Cina

28 Novembre 2002

Amnesty lancia un appello per l’uso libero della rete in Cina

di

Amnesty International ha lanciato un appello per la libertà di 33 internauti cinesi. Queste persone sono state imprigionate e detenute per aver espresso il loro pensiero o condiviso informazioni su Internet.

L’organizzazione internazionale di difesa dei diritti dell’uomo ha sottolineato che due di questi prigionieri, membri della setta vietata in Cina dei Falungong, sono morti. Probabilmente dopo essere stati torturati e maltrattati.

“Tutte le persone detenute solo per aver pacificamente pubblicato la loro opinione o altre informazioni su Internet, o per aver visitato alcuni siti – dichiarano da Amnesty International in un comunicato che chiede la “loro liberazione immediata e incondizionata” – sono prigionieri di coscienza”.

L’appello arriva da Londra, sede dell’organizzazione e “chiede al governo di rivedere alcuni regolamenti e altre misure di restrizione della libertà di espressione su Internet per essere conformi con le norme internazionali”.

Amnesty sottolinea, inoltre, il caso di Li Dawei, un poliziotto di 40 anni, condannato a 11 anni di carcere per aver scaricato informazioni da siti dissidenti cinesi con sede all’estero.

Questa repressione e il grande controllo di Internet attraverso il blocco e i filtri dei grandi siti informativi o dei motori di ricerca, sono attuati quando la Cina aumenta rapidamente come numero di utenti e si avvicina a quota 50 milioni.

“Chiunque navighi su Internet – dichiara Amnesty – corre il rischio potenziale di essere detenuto o imprigionato”. Secondo la legge cinese, coloro che pubblicano informazioni considerate come segreti di Stato possono anche essere condannati a morte.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.