Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti al corso sui Big Data
Home
America On Line vittima delle sue alleanze

27 Marzo 2000

America On Line vittima delle sue alleanze

di

L'abbiamo scritto più volte, anche nei giorni caldi della fusione tra America On Line e Time Warner: non sempre diventare grandi è necessariamente un vantaggio su Internet

In Rete i piccoli godono di un vantaggio intrinseco, dovuto alla natura stessa del mezzo: un ambiente dove i colossi fanno spesso fatica a muoversi. E il caso GNutella pare confermarlo. Vediamo i fatti.

GNutella è un software sviluppato da Nullsoft, la società che ha creato WinAmp, il più noto e diffuso programma per la riproduzione di file MP3. La particolarità di GNutella è quella di consentire lo scambio di file musicali via Internet senza il supporto di un server. Inoltre, il codice sorgente del programma è distribuito liberamente ed è quindi accessibile a tutti.

Nullsoft, recentemente acquisita da AOL, aveva messo sul proprio sito una versione beta gratuita di GNutella che, grazie al passaparola – formidabile sistema di promozione sul Web – era stato scaricato da un gran numero di utenti. E qui sono cominciati i problemi per Steve Case, il CEO di America On Line, che è stata letteralmente aggredita dalle major discografiche. Gli attacchi più violenti sono venuti proprio dagli alleati di AOL e precisamente da Gerard Levin, ex residente di Time Warner.

Dopo la fusione tra AOL e Time Warner-Emi, i due gruppi sono legati da un destino comune e Levin deve aver interpretato l’iniziativa di Nullsoft – azienda sotto il controllo di AOL – come un tradimento oltre che come una minaccia. Una reazione prevedibile dal momento che GNutella viene visto da tutte le major come un software che favorisce la pirateria musicale.

Le reazioni di Levin non sono rimaste inascoltate e GNutella è stato subito ritirato dal sito di Nullsoft, scatenando le proteste della software house contrariata dall’aver, così, perso la collaborazione di migliaia di beta tester.

Ma la vittoria di Gerard Levin è una vittoria di Pirro, perché non sarà facile fermare la corsa di GNutella. Il programma è stato ormai scaricato da migliaia di utilizzatori ed è prevedibile che continui a circolare in Rete. Ma, soprattutto, il fatto che il codice sorgente sia stato messo liberamente a disposizione di tutti, spingerà numerosi sviluppatori a produrre nuovi programmi “GNutella Like”, che potrebbero vedere la luce già nelle prossime settimane.

Come si vede, conciliare la New Economy con le logiche aziendali tradizionali è sempre più complicato, soprattutto quando le società superano certe dimensioni.

Nei primi anni di avvento della Rete molti osservatori avevano previsto la fine dell’era dei “dinosauri”, delle grandi società che avevano dominato fino ad allora la Old Economy. Michael Crichton aveva coniato il termine Mediasauri per identificare la vecchia industria dell’informazione a rischio di estinzione. Nonostante queste previsioni anche la New Economy è andata popolandosi, sempre più, proprio di quei Mediasauri dei quali molti osservatori avevano previsto la scomparsa. Ad osservare la scena da vicino, però, la sensazione è che si tratti di specie non perfettamente adattate al nuovo ambiente. Per il momento almeno.

Internet Link: http://www.nullsoft.com/

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.