REGALA UN CORSO

È facile ed è un modo di dire: segui i tuoi sogni, credo in te!

Scopri come fare in 3 passi
Home
All’improvviso, la serendipità

15 Maggio 2006

All’improvviso, la serendipità

di

Quel che si dice in Rete. Internet come serendipity engine. Un cellulare da Apple? Sicuramente da Fiat. Google spaventa un po'. In difesa di Dan Brown.

Serendipità digitale. La serendipità è quel piacevole sentimento di stupore e piacere che si prova ogniqualvolta si entra in contatto con qualcosa di stimolante in maniera inaspettata. Una spiegazione dettagliata ed etimologica del termine ci viene data da Raven. Un articolo in inglese di Steven Johnson dimostra come la rete sia un efficientissimo motore capace di generare serendipità. Giuseppe Granieri è d’accordo, e riprende l’articolo dell’autore statunitense aggiungendo nuove chiavi di lettura: l’information overload può essere combattuta attraverso l’utilizzo “non analogico” dei sistemi di ricerca, ma non solo. È lo stesso modo di fruire l’informazione che cambia, essendo questa sempre disponibile e più facile da raggiungere.

Apple al cellulare. Alla vigilia dell’apertura del nuovo negozio Apple a New York (ne parla iMug), uno dei rumour più chiacchierati della casa della mela sembra prendere consistenza: un accordo con Softbank potrebbe portare nei negozi il primo telefono cellulare Apple. Jeby spera che sia vero, e VoipBlog descrive tutti i particolari. Nel frattempo Caymag segnala l’arrivo imminente di una linea di cellulari griffati… Fiat.

Google fa paura. Giovy commenta una nuova feature di Gmail, che rischia di passare inosservata. E inizia a porsi inquietanti domande. A Mountain View non staranno esagerando con l’accumulo dei dati personali dei clienti?

I widget prendono il largo. Inutile negarlo, quella dei widget, le piccole applicazioni web da far girare sul desktop per aggiungere funzionalità, è una moda inarrestabile. Tanto che tutti si affannano a produrne. Senzavolto nota però come Microsoft rischi di rimanere indietro in questa corsa.

Aiuti per ricordare le password. Quante volte ci troviamo ad accedere ad Internet da postazioni esterne, e non ricordiamo più la password per entrare in un certo sito? Exploit ci viene in aiuto descrivendo un’utile estensione per Firefox: PwdHash.

Milano e la fibra. Nel capoluogo lombardo esistono parecchi cavi in fibra ottica già installati e mai utilizzati. Alfonso Fuggetta lancia qualche idea per trasformare uno spreco in un trampolino di lancio per l’innovazione tecnologica.

Lost in spoiler. TvBlog segnala una disattenzione dei redattori di TgCom, colpevoli di aver inserito un articolo che rivelava fatti importanti che riguardano la seconda serie di Lost. Anche Pushthebutton mette in guardia i suoi lettori, e subito parte la lettera di protesta, alla quale si unisce anche USATV. Successivamente la redazione di TGCom rimedia parzialmente all’errore inserendo un avviso prima dell’inizio dell’articolo incriminato.

Dan Brown contro la Chiesa. Continuano le polemiche tra la Chiesa e il fortunato libro di Dan Brown, Il Codice Da Vinci, da poco giunto sul grande schermo. Vittorio Zambardino analizza il fatto, notando come la fiction è per sua stessa definizione finzione, e non dovrebbe sollevare simili vespai. Luca De Biase, invece, consiglia a chi si fosse interessato agli argomenti trattati nel codice la lettura di un saggio che rivede la storia dell’occidente cristiano.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.