Home
Addio, Randy Pausch

28 Luglio 2008

Addio, Randy Pausch

di

Quel che si dice in Rete. Il docente della Carnegie Mellon University era diventato famoso per la sua "ultima lezione", nella quale spiegava l'importanza di coltivare i propri sogni e aiutare gli altri a realizzarli. Un messaggio che, grazie a Internet, ha raggiunto milioni di persone

Lo scorso 25 luglio è mancato Randy Pausch, da tempo colpito da un male incurabile. Pausch era un professore della Carnegie Mellon University, famoso per la sua Last Lecture, tenuta nella stessa università. Nella lezione il docente ha spiegato agli studenti l’importanza di realizzare i propri sogni e di mettere gli altri nella condizione di fare lo stesso. Luca Chittaro riassume le ultime apparizioni di Pausch, trovatosi «nell’inaspettato ed inusuale ruolo di celebrità mondiale e di maestro di vita invece che di tecnologia». Anche Federico Giacanelli celebra Randy Pausch, raccontando non solo le peculiarità di questo professore, ma anche quanto la Rete sia stata protagonista nel diffondere la sua lezione.

E infatti, osserva Downloadblog, proprio Google dedica la pagina del giorno alla memoria del giovane Randy, mentre Alessandro Giglioli spiega come l’informazione tradizionale non sia stata in grado di comprendere il ruolo di Internet.

Gli altri temi del giorno:

Vittorio Zambardino riflette su alcune dichiarazioni di Jeff Jarvis, osservando come Google potrebbe diventare padrona di tutta l’informazione, se gli editori non sapranno tenere gli occhi bene aperti.

Sei Panglossiano o Cybersoviet? Lisergico o Neo.com? Visionpost pubblica la mappa delle ideologie della Rete.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.