Home
Addio guide cartacee

23 Febbraio 2006

Addio guide cartacee

di

Alcuni titolari di siti Web, tra cui case editrici e compagnie aeree, hanno messo a disposizione di utenti-turisti audio e video di diverse città del mondo, ipotetiche mete di viaggio. Ma le novità non finiscono qui

Nell´era della tecnologia e di Internet, il cui peso e la cui importanza è sempre più consistente, anche il mondo del turismo non poteva essere immune dai piccoli ma inevitabili cambiamenti.

Ne offre un chiaro esempio il business turistico, quello che abbraccia e accomuna i viaggiatori di tutto il mondo che, per scoprire luoghi interessanti, ricchi di storia e di cultura millenaria, necessitano di una guida che dia informazioni utili sul Paese che hanno scelto come meta.

A quanto pare, il commercio “cartaceo” di guide turistiche si sta evolvendo in una direzione tipicamente online, verso l´e-commerce.

Diverse compagnie aeree, tour operator e case editrici hanno deciso di pubblicare su Internet tutte le informazioni utili, anche audio e video, che il turista-utente potrà tranquillamente e comodamente scaricare sul proprio telefono cellulare o lettore di musica digitale.

Una sorta di “guida virtuale” prenderà il posto di quella cartacea, dimostrandosi sicuramente più facile da trasportare e da portare con sé.

Esempi di questo nuovo business online ce ne sono parecchi. Il progetto History Unwired utilizza, ad esempio, sensori dotati di tecnologia Bluetooth collocati nei principali luoghi d’interesse del quartiere popolare Castello di Venezia per far ascoltare ai turisti i consigli e gli aneddoti della gente locale.

È possibile scaricare tour di determinate città, o Paesi, dal sito Sound Walk, oppure ascoltare una visita guidata audio a Boston, New York e Washington raccontata da attori famosi, grazie a Talking Street. Così, l´attrice Sigourney Weaver, farà da cicerone ai turisti in visita a New York mentre, a Boston, il turista sarà accompagnato dalla descrizione del luogo narrata dal cantante degli Aerosmith, Steven Tyler.

La compagnia aerea di Richard Branson, la Virgin Atlantic, ha messo a disposizione sul proprio sito Web un catalogo, di più di 200 mila podcasts scaricabili, che offre informazioni sulle diverse destinazioni turistiche. Mentre la casa editrice Lonelyplanet fornisce podcast per aggiornare e completare la guida cartacea, mostrando una chiaro intento a non rassegnarsi ad un suo eventuale abbandono.

Ma sarà poi vero che la tecnologia porterà ad un conseguente abbandono delle guide cartacee e delle cartine topografiche che ci hanno accompagnato per così tanto tempo?

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.