REGALA UN CORSO

È facile ed è un modo di dire: segui i tuoi sogni, credo in te!

Scopri come fare in 3 passi
Home
Accessibili al dipendente le e-mail aziendali

19 Novembre 2001

Accessibili al dipendente le e-mail aziendali

di

L'azienda deve fornire al dipendente, che le richieda, le informazioni in suo possesso relative ai dati personali e alle valutazioni di carattere soggettivo, anche se contenute in comunicazioni inviate mediante la posta elettronica aziendale

È legittima la richiesta di accesso del dipendente al contenuto della posta elettronica aziendale anche qualora contenga non solo dati di tipo oggettivo (nome, cognome, data di nascita etc.), ma altri dati personali contenuti in valutazioni soggettive, ispezioni e relazioni in possesso dell’azienda.

Con questa motivazione, il Garante per la protezione dei dati personali ha recentemente accolto il ricorso presentato da un funzionario di una società che era stato sottoposto a procedimento disciplinare in seguito all’invio al responsabile del personale, da parte di altri dipendenti, di alcune e-mail nelle quali venivano espressi, sul suo conto, giudizi di carattere professionale, e delle quali aveva richiesto di conoscere il contenuto.

Il Garante ha ritenuto che tali comunicazioni, inoltrate per finalità professionali legate all’attività dell’azienda e aventi a oggetto valutazioni soggettive, rientrano nell’ampia definizione di dato personale adottata dalla direttiva comunitaria e dalla legge sulla privacy.

Il titolare o il responsabile del trattamento – in questo caso, l’azienda – pur non essendo tenuto a rilasciare copie di atti, è obbligato “ad estrapolare dai propri archivi, cartacei o informatizzati, i dati personali conservati e a riferirli al richiedente in modo comprensibile”.

Di conseguenza, devono essere fornite al richiedente le informazioni contenute nelle e-mail aziendali che lo riguardano e “solo se l’estrapolazione risulti particolarmente difficoltosa si può esibire o consegnare copia della documentazione, priva però dei dati riferiti ad altri soggetti”.

L'autore

  • Annarita Gili
    Annarita Gili è avvocato civilista. Dal 1995 si dedica allo studio e all’attività professionale relativamente a tutti i settori del Diritto Civile, tra cui il Diritto dell’Informatica, di Internet e delle Nuove tecnologie.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.