OFFERTA DEL GIORNO

Machine Learning con Python in ebook a 6,99€ invece di 24,99€

Risparmia il 72%
Home
A Liverpool si testa il voto elettronico via cellulare

22 Aprile 2002

A Liverpool si testa il voto elettronico via cellulare

di

Alcuni fortunati elettori di Liverpool potranno votare in un modo tutto speciale, grazie all’uso di nuove tecnologie.
Il prossimo due maggio, infatti, potranno utilizzare il loro telefono cellulare o Internet per esprimere la loro preferenza per le elezioni municipali.

Naturalmente, si tratta di un progetto pilota e riguarderà 20 mila elettori delle circoscrizioni elettorali di Everton e Church, scelte proprio per la bassa partecipazione alle urne (rispettivamente 14,5 e 24,5 %).

Per assicurare la sicurezza del processo di voto, gli elettori prescelti riceveranno a casa loro un codice, password digitale che dovranno digitare su Internet o sul cellulare, come ha spiegato un portavoce del comune di Liverpool alla France Presse.

Per facilitare ulteriormente il loro compito è stata prevista la possibilità di votare anche attraverso linee di telefonia fissa, così come sarà reso più facile votare per corrispondenza.

La tecnologia utilizzata per l’esperimento è stata realizzata dal gruppo telefonico inglese BT (British Telecom), che dovrà assicurare che i codici siano a prova di pirata e che nessuno possa scoprire come una persona ha votato.

“Tra qualche anno – ha aggiunto il portavoce – forse voteremo tutti in questo modo”.

“Il governo britannico ha, per la prima volta, autorizzato deroghe alla legge elettorale per permettere la realizzazione prove su nuove forme di voto – ha spiegato il portavoce – per dare alle persone più flessibilità”.

Sono 30 le città che vogliono provare progetti di voto elettronico durante le prossime elezioni.
A Sheffield, alcuni elettori riceveranno a casa una carta chip che contiene una password segreta che verrà utilizzata presso i chioschi elettronici disseminati nella città, come riportato dal Financial Times.

Secondo gli esperti del settore, è necessario un numero personale di identificazione per permettere di votare in tutta sicurezza e di accedere ai servizi ufficiali via Internet, ma i gruppi di difesa delle libertà civili lamentano che questo equivale all’introduzione di una carta d’identità. Un vero sacrilegio per la mentalità anglosassone.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.