Mosaici antichi, software moderno

Nasce una copertina: Clean Code

di

thumbnail

28

mag

2018

La copertina è il più importante biglietto da visita per un libro. E anche la storia di come viene concepita diventa narrazione.

Abbiamo chiesto ai nostri illustratori come si giunge a dare una faccia all’idea di un libro di informatica. Laura Pittaccio riferisce sulla creazione della copertina dell’acclamato Clean Code e incrementa il contatore per le proprie Idee di copertina.

Clean Code

Il libro viene presentato come la guida per diventare bravi artigiani nello sviluppo agile di software e su questa idea mi sono mossa per creare il concept.

La copertina che ne risulta vuole per l’appunto avvicinare due concetti evidentemente meno separati di quello che appare: artigianato e sviluppo del software.

Il protagonista dell’immagine è un restauratore di mosaici, accovacciato sul terreno, che lavora alla pulizia di un mosaico dalla terra e dalle impurità, portando alla luce la bellezza dei colori originali di un tempo.

Il particolare decisivo, che salda l’antica arte a quella contemporanea, sta nel secchio vicino al quale lavora il restauratore. Non tutti lo noteranno, credo.

Clean Code

Il software migliore porta il marchio artigianale.

 

Dicci la tua su questa copertina: attendiamo commenti e suggerimenti, qui sotto o sulle nostre pagine social! Grazie da subito.




Laura Pittaccio (@LauraPittaccio), classe 1986, è nata e cresciuta a Messina e vive attualmente a Bergamo. Si è laureata in Graphic Design a Reggio Calabria nel 2013. Ha lavorato nella grafica e nell’illustrazione collaborando con agenzie pubblicitarie, studi di architettura e sviluppatori web e app. Nel 2016 ha frequentato il MiMaster. Lavora come freelance, in collaborazione con case editrici e quotidiani. Ha pubblicato nell’estate 2016 una rubrica estiva per il Sole 24 Ore. Lavora alle coverbook di Apogeo e per l’associazione Riparte il futuro.

In Rete: https://www.behance.net/laurapittaccio

Letto 1.210 volte | Tag: ,

Lascia il tuo commento