In dialogo con le Cose

Nuvole all’orizzonte

di

thumbnail

11

nov

2015

Presto pioverà codice sulla comunità degli utilizzatori di Genuino e derivati. Rinfrescando l’ambiente di sviluppo.

Lo scopo è facilitare l’impiego della piattaforma Genuino in vista delle affascinanti prospettive dell’Internet delle Cose, IoT, che vedrà gli sviluppatori dare agli oggetti capacità di comunicazione tra loro e con l’ambiente umano.

Il fascino deriva dalla constatazione che non è necessario essere provetti informatici o esperti elettronici per accedere a questo mondo, ma questo già lo sappiamo. Fino a oggi chiunque può scaricare sul proprio computer l’ambiente di sviluppo di Genuino, installarlo e iniziare ad usarlo dopo qualche configurazione che tenga conto della scheda hardware utilizzata.

La novità che ha impegnato la comunità degli sviluppatori di Genuino (ricordiamo che è il marchio Arduino adottato per i paesi fuori dagli Stati Uniti) è la creazione di un ambiente basato su web, ovvero raggiungibile direttamente tramite un browser e quindi senza necessità di scaricare alcunché sul computer. Un cosiddetto ambiente cloud, ovvero una nuvola carica di possibilità.

Il nuovo ambiente Create per Genuino

Il nuovo ambiente Create per Genuino.

Potrebbe sembrare un dettaglio insignificante, ma invece essere l’inizio di una rivoluzione. Non solamente per aspetti pratici molto sentiti da parte dell’ambiente didattico, dove la configurazione di decine o centinaia di computer e la necessità di tenerli aggiornati è uno spreco notevole di tempo e risorse.

Fornire un ambiente di sviluppo cloud significa dare all’utente una piattaforma completa e sempre aggiornata, dove tutti gli strumenti utili non devono essere scaricati, testati e inseriti nel codice, ma sono semplicemente integrabili nel proprio flusso di lavoro. Scrive uno sviluppatore della comunità di arduino.cc:

Abbiamo capito che dovevamo fornire alla comunità Genuino uno strumento più moderno e flessibile per scrivere codice, un modo più integrato di accesso ai contenuti e di apprendimento pratico, un modo più semplice per installare e configurare gli strumenti e le schede e un modo migliore per condividere i propri progetti.

Con un occhio all’IoT, come accennavamo. Nei primi mesi del nuovo anno sarà la stessa piattaforma a consentire anche la comunicazione tra gli oggetti creati nell’ambiente di sviluppo. Supponiamo che la lavastoviglie a fine lavaggio abbia necessità di comunicare alla lavatrice che è il momento di accendersi, così evitando che il contatore di casa scatti per troppo assorbimento. Probabilmente non sarebbe conveniente far comunicare in modo diretto i due elettrodomestici, considerando l’infinita variabilità dei casi possibili. Mentre passando da una struttura cloud, tra le nuvole digitali di una piattaforma a nostra disposizione sui server di arduino.cc, il dialogo è assicurato. Una specie di interprete virtuale capace di far dialogare qualunque oggetto.

L'ambiente Create di Genuino

Tutto sarà a portata di clic.

Tutto questo e molto altro sarà disponibile nel nuovo ambiente Genuino Create, ormai prossimo al rilascio ufficiale, come abbiamo potuto constatare nei workshop all’interno della Maker Faire di Roma.

Nel frattempo però, acqua in bocca. Il vostro tostapane potrebbe essere in ascolto.

create.arduino.cc

Ci siamo, quasi: create.arduino.cc.




Paolo Capobussi (@ViviScienza) si diletta a divulgare informatica e nuove tecnologie dai tempi delle Pagine Bianche delle email presenti nel mondo (ne possiede una copia a cui tiene gelosamente). Attualmente si diverte con tutto ciò che odora di makers, elettronica, chimica e scienze naturali e offre al pubblico le sue passioni creando attività di edutainment e continuando a produrre libri e Multi-Touch Book in ambito scientifico-tecnologico.

In Rete: viviscienza.it

Letto 2.288 volte | Tag: , , , , , , , , ,

Lascia il tuo commento