Successo dell'"edizione zero"

Tacco da maker

di

thumbnail

17

set

2015

Tra località turistiche, cibo, vino e bellezze naturali, improvvisamente hanno fatto capolino gli hacker hardware. In grande stile.

Difficilmente si parla di Francavilla Fontana, cittadina del Salento. È più facile sentir parlare delle note località turistiche che si trovano attorno (Porto Cesareo, Ostuni, Otranto) o del vino sublime della confinante Manduria.

Eppure la scorsa settimana Francavilla è stata sede di uno dei più importanti eventi nel campo dell’innovazione tecnologica di tutto il meridione, capace di attirare visitatori da tutto il “tacco d’Italia” e anche da Basilicata e Calabria.

È stato chiamato MakerInFF, che sta per Maker in Francavilla Fontana e si è tenuto sabato 12 e domenica 13 settembre. Due giorni di seminari, tavole rotonde, laboratori e dibattiti dedicati agli smanettoni nell’accezione più ampia del termine; tutti coloro che con la tecnologia hanno un rapporto non solo passivo, da semplici utilizzatori, ma anche da modificatori, da creativi, in alcuni casi da sabotatori.

I maker sono un po’ gli hacker dell’hardware.

Questo ha dichiarato emblematicamente il professor Renzo Davoli, ospite di punta della prima giornata nonché protagonista di una insolita e affascinante lezione di storia della tecnologia ambientata nel 2115: una lectio magistralis tenuta in un immaginario futuro e nella quale ha raccontato e commentato (al passato) il rapporto dell’uomo con la tecnologia all’inizio del ventunesimo secolo (ovvero i giorni nostri). Questo espediente narrativo di matrice futuribile ha caratterizzato anche il sottotitolo dell’evento: Il nostro futuro è open.

La lezione serale si è aggiunta ad una precedente lezione mattutina di Davoli; più divulgativa, rivolta ad un pubblico di bimbi della scuola primaria e dedicata alla centralità della scienza informatica per la comprensione della realtà di oggi.

Ma non c’è stato solo spazio per le lezioni frontali; l’evento è stato volutamente impostato per essere un’occasione di confronto e di networking tra soggetti che, magari per una questione puramente geografica, riescono a interagire solo virtualmente attraverso la rete e finalmente hanno potuto sedersi attorno allo steso tavolo. Nel pomeriggio si sono infatti susseguiti vari workshop e presentazioni di progetti e per tutti e due i giorni è rimasto aperto uno spazio espositivo per gli stand delle realtà creative locali. La domenica si sono tenuti anche un divertente Scratch Contest e un raduno informale dei club Coderdojo del meridione.

Spazio espositivo a MakerInFF

Dici maker e spuntano le stampanti 3D. Questo e molto altro a Francavilla Fontana.

William Donzelli, digital champion di Francavilla e maker impegnato nella divulgazione in materia di cultura digitale e tecnologie open source, durante il pranzo per organizzatori e relatori mi ha spiegato questo:

Si tratta di una “edizione zero” che ci è servita per misurare le potenzialità di un evento come questo e valutare se sia il caso di farlo diventare un appuntamento fisso annuale.

E pare che l’esperimento sia riuscito. Il numero di partecipanti è stato soddisfacente come anche il riverbero avuto sui social media in quei giorni. Questo per dire che si sta già pensando all’edizione 2016.

Potete dunque seguire le evoluzioni tenendo d’occhio l’account Twitter dell’iniziativa (dove troverete anche molte foto) nonché il sito ufficiale.

Il testo di questo articolo è sotto licenza Creative Commons Attribution – Share Alike 4.0.




Simone Aliprandi (@simonealiprandi) ha un dottorato di ricerca in Società dell’Informazione ed è un avvocato che si occupa di consulenza, ricerca e formazione nel campo del diritto d’autore e più in generale del diritto dell’ICT. È responsabile del progetto copyleft-italia.it, è membro del network Array e collabora come docente con alcuni istituti universitari; ha pubblicato articoli e libri sul mondo delle tecnologie open e della cultura libera, rilasciando tutte le sue opere con licenze di tipo copyleft. Maggiori informazioni sul suo blog.

In Rete: www.aliprandi.org

Letto 3.181 volte | Tag: , , , ,

Lascia il tuo commento