Avanti verso la fermata

Non perdere l’autobus

di

thumbnail

26

nov

2013

Grandi cambiamenti che il digitale e la miniaturizzazione apportano al nostro mondo, sintetizzati in due piccole storie.

Panic Software, azienda di software nella zona di Portland nell’Oregon, aveva nel 2010 il problema dell’uscita dei programmatori a fine giornata: gli orari (e i ritardi) critici dei mezzi pubblici facevano sprecare tempo e produttività.

Hanno risolto con una app di lettura e visualizzazione dei dati di percorso dei mezzi resi accessibili dall’azienda trasporti locale, da cui è nato anche un prodotto commerciale di utilizzo generale dopo che l’idea si è rapidamente evoluta:

…è diventata un centro smistamento di tutti i tipi di informazione interna […] posta in attesa, stato dei progetti, fatturato aziendale, messaggi Twitter dei dipendenti e di chiunque scriva a @panic.

Il 5 novembre scorso Oona Räisänen, hacker autodidatta, ha captato un flusso dati in viaggio a sedici chilobit per secondo sulla frequenza dei 76 chilohertz. Diciotto giorni a coniugare informazioni note con lavoro di ingegneria inversa e ha decifrato il codice di trasmissione dati verso i pannelli informativi nelle stazioni bus di Helsinki. Lo scopo:

Chi non vorrebbe a casa propria un ripetitore personale di informazioni che mostra esattamente il momento giusto per uscire?

Due storie a tema che condensano cambiamenti in atto: connubî innovativi tra hardware e software a livello domestico (di cui scrive regolarmente Paolo Capobussi), l’immenso potenziale insito nella libertà di circolazione dei dati, l’apertura alla consultazione dei dati stessi (ovviamente diversa dalla loro tutela contro manipolazioni illecite). Da comprendere e fare propri in qualsiasi settore lavorativo.

Display LCD

Sapere in salotto tra quanto arriva l’autobus è una piccola grande ricchezza.




Lucio Bragagnolo (@loox) è giornalista, divulgatore, produttore di contenuti, consulente in comunicazione e media. Si occupa con entusiasmo di mondo Apple e digitalizzazione a scuola e in azienda. Dal 2015 è membro del comitato tecnico-scientifico di LibreItalia. Nel tempo libero gioca di ruolo, legge, balbetta Lisp e pratica sport di squadra. È sposato felicemente con Stefania e padre apprendista di Lidia. Insieme a Luca Accomazzi è autore per Apogeo dei manuali su OS X, tra i quali OS X Server e i recenti OS X 10.11 El Capitan e OS X oltre ogni limite. Con Swift ha fatto tutto da solo.

In Rete: macintelligence.org

Letto 3.121 volte | Tag: , , , , , ,

Lascia il tuo commento