1 Commento

Quando l'accessibilità del web dispiega ali eleganti

Il vispo progetto

di

thumbnail

29

feb

2012

Un progetto pluripremiato, open source, ideato da un italiano, che attende e merita più attenzione di quella finora ricevuta.

In un periodo in cui si fa un gran parlare di farfalle, è forse il caso di dedicare un po’ di spazio ad un altro tipo di lepidottero, di ben più nobili intenti. Nel sottobosco di progetti open source sviluppati in Italia infatti “svolazza” da qualche anno un progetto davvero utile e illuminato: il Farfalla Project è un software che mira a massimizzare l’accessibilità in rete, funzionando sia sotto forma di normale pacchetto installabile sia come tecnologia cloud a disposizione dei gestori dei siti.

Come spiega il suo ideatore Andrea Mangiatordi,

è un progetto che, come la farfalla che lo identifica, ha due “ali”: da un lato, infatti, permette ad una persona che ne ha bisogno di installarlo sul proprio computer e di usarlo mentre naviga su qualunque sito; dall’altro lato, permette al possessore di un sito web di includerlo nella sua pagina e a tutte le persone che vi accedono di avere a disposizione una serie di profili di accessibilità.

Tutto nasce da un progetto di ricerca indipendente che quindi si fonda in gran parte sull’impegno e sul tempo di Andrea e di alcuni volenterosi sviluppatori che hanno voluto sposare questa causa; ma ovviamente progetti come questi hanno sempre bisogno di collaboratori (sviluppatori o anche redattori di documentazione) oppure semplicemente di persone disposte a testarlo, inviare feedback, diffonderlo. La licenza utilizzata è la GNU AfferoGPL e ciò lo rende a tutti gli effetti software libero.

Inoltre il progetto ha già fruttato al suo ideatore (meritevolmente, vorrei sottolineare) una paio di riconoscimenti di livello internazionale: il Judges Award per la Microsoft Web Accessibility Challenge 2011 durante W4A2011 e il primo premio per il concorso lanciato dalla Federal Communications Commission degli Stati Uniti e intitolato “Lifted by the Cloud: Visions of Cloud Enhanced Accessibility”.

Articolo sotto licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.




Simone Aliprandi (@simonealiprandi) ha un dottorato di ricerca in Società dell’Informazione ed è un avvocato che si occupa di consulenza, ricerca e formazione nel campo del diritto d’autore e più in generale del diritto dell’ICT. È responsabile del progetto copyleft-italia.it, è membro del network Array e collabora come docente con alcuni istituti universitari; ha pubblicato articoli e libri sul mondo delle tecnologie open e della cultura libera, rilasciando tutte le sue opere con licenze di tipo copyleft. Maggiori informazioni sul suo blog.

In Rete: www.aliprandi.org

Letto 4.224 volte | Tag: , , , , , , , ,

Un commento

  1. Simone Aliprandi

    segnalo anche questo articolo di Francesca Scenini: “Aiuta il Progetto Farfalla: il web accessibile a tutti” http://francescalandia.wordpress.com/2012/02/27/aiuta-il-progetto-farfalla-il-web-accessibile-a-tutti/

Lascia il tuo commento