2 Commenti

Visti da Boscarol

Apple, Google e il caso del telefono spione

di

thumbnail

26

apr

2011

Si scopre che i dispositivi Apple e Google, seppure con caratteristiche differenti, registrano i movimenti degli utenti. Come vengono usati? A chi servono? Quanto siamo consapevoli delle informazioni che condividiamo? Il nostro dottor Boscarol indaga





Maurizio Boscarol si occupa di tecnologia dagli anni '80, di comunicazione dagli anni '90, e di comunicazione applicata alla tecnologia dal 2000. In compenso non sa fare il caffè (ma consiglia a tutti La caffettiera del masochista). Psicologo e informatico, master in gestione del multimedia, dal 2000 gestisce Usabile.it, il primo sito indipendente sull'usabilità e l'interaction-design in Italia. Si occupa di consulenze di usabilità e di progettazione dell'interazione e delle interfacce utente. Nel 2003 ha pubblicato Ecologia dei siti web. Insegna Informatica alla Facoltà di Psicologia dell'Università di Trieste. A tempo perso fa il vignettista e l'illustratore.

In Rete: www.boscartoon.com

Letto 5.542 volte | Tag: , , , , , , , , , , , , ,

2 commenti

  1. ELMANCO / Stefano Ricci

    Bel fumetto, ma su questa notizia purtroppo c’è poco da ridere… Apple mi piace sempre meno.

  2. Maurizio Boscarol

    Come darti torto, Stefano? Approfitto del commento per segnalare finalmente le risposte di Apple:

    http://www.apple.com/pr/library/2011/04/27location_qa.html

    Qui sintetizzate in italiano:

    http://www.ilpost.it/2011/04/27/risposte-apple-localizzazione-iphone/

    Certo, una parte di pubblico considera queste cose, come quelle che riguardano l’anonimato online, problemi minori. Anzi, non le considera problemi affatto. Un’altra parte invece trova inquietante che poche aziende (perché sono poche, non dimentichiamolo, e questo le rende un po’ più potenti) raccolgano tanti dati senza nemmeno dircelo. Certo, in molti casi l’uso dei dati è addirittura a nostro vantaggio. Ed è questo che molti utenti vedono.

    Io credo solo che, come tutte le novità introdotte dalla tecnologia, oltre ai vantaggi si introducano nuove occasioni di errori, potenziali problemi, rischi, che prima o poi si verificheranno. Probabilmente è vero che i vantaggi per il momento superano gli svantaggi. Non mi piace però quando, per prenderci i vantaggi subito, smettiamo direttamente di porci il problema.

Lascia il tuo commento