2 Commenti

Quinta di Copertina

L’insediamento 2.0 di Barack Obama

di

thumbnail

23

gen

2009

Venti minuti in podcast tra ritagli di carta e bit, in compagnia di un ospite. Oggi con Paolo Ferrandi, giornalista ed esperto di politica USA, su quello che è stato forse il primo vero evento 2.0: la cerimonia d’insediamento di Obama: dai riti alla copertura giornalistica, dalle convergenze tecnologiche al nuovo Whitehouse.gov

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Barack Obama ha inaugurato i suoi quattro anni di presidenza martedì scorso, a Washington – davanti ad più di un milione e mezzo di persone infreddolite dai -10° della capitale americana e in conclusione di una tre giorni sceneggiata come un film hollywoodiano. È stata una cerimonia di insediamento molto abitata dai nuovi media, o da nuove forme di convergenza tra vecchi e nuovi media; come ad esempio l’esperimento – a parer di molti assai riuscito – della “convergenza emozionale” del classico streaming Cnn con la condivisione orizzontale di un social network come Facebook.

Di questo e di altro – dai contenuti politici del discorso ai marchingegni crossmediali dei principali player giornalistici nel raccontare l’evento – parliamo con Paolo Ferrandi, giornalista e attento osservatore di politica americana: «Nel caso specifico dell’insediamento, per una volta e per davvero la tecnologia è stata al passo e all’altezza di quello che uno pensa possa fare: è l’emergere di un nuovo modello, che si appoggia a dei format precedenti e li innova, rendendo reali le comunità immaginate. L’inauguration di Obama è forse il primo evento tipicamente e tradizionalmente “mediale” dove i nuovi media hanno avuto una importanza così forte».

Articoli segnalati e risorse:




Letto 6.698 volte | Tag: , , , , , , , , , ,

2 commenti

  1. Spindoc | L’insediamento tra nuovi e vecchi media

    [...] primo è una mia intervista al “nostro” Paolo Ferrandi su Apogeonline, dal titolo: L’insediamento 2.0 di Barack Obama. In cui, tra le altre cose, Paolo Ferrandi, giornalista e attento osservatore di politica americana [...]

  2. Ci sono due Barack, vecchio e nuovo (media)

    [...] Spindoc (oltre a segnalare l’intervista con un lucidissimo Paolo Ferrandi su questi temi, su Quinta di Copertina di qualche giorno fa) segnalo una ricerca comparativa pubblicata dal Profect for Excellence in Journalism qualche giorno [...]

Lascia il tuo commento