Rassegne

Stallman contro la nuvola

di Federico Fasce

thumbnail

01

Ott

2008

Quel che si dice in Rete. Il Cloud Computing? Roba da stupidi. Parola del guru del software libero Richard Stallman. Che suscitano perplessità anche tra le persone che di solito lo seguono

Il cloud computing è malvagio. Lo afferma Richard Stallman, guru del software libero, che in un'intervista al Guardian afferma che utilizzare software come Gmail è stupido e pericoloso, perché mette l'utente nelle mani dell'azienda senza scrupoli di turno. Secondo Trackback la posizione di Stallman è un po' troppo estrema: dopotutto certi software sono utili e ben confezionati. Mr. Reset fa un parallelo con certe recenti dichiarazioni di Ballmer, mentre Dario Salvelli è perplesso: è vero che i servizi web presentano ancora problemi di privacy irrisolti, ma probabilmente a questo punto sarebbe difficile smettere di usarli, anche per la mancanza di alternative libere concrete. Tuxiano trova alcune contraddizioni nelle parole di Stallman, soprattutto relative alla licenza Gpl.


Gli altri temi del giorno:

Andrea Beggi racconta una terribile giornata in sala server. Uno di quei giorni nei quali anche un backup non sembra sufficiente.

Nativi digitali? Forse non sono così avvezzi alle tecnologie come si pensa. Lo racconta Mario Agati.

Xerox presenta la carta a scomparsa, che permette di stampare più volte sullo stesso foglio. Dario Bonacina ne valuta i pro e i contro.