Articoli

Downlovers, musica gratis e legale (ma non sull'iPod)

di Roberto Venturini

thumbnail

15

Nov

2007

Un nuovo sito di download gratuito e legale di musica: bel catalogo, notevole semplicità. Ma se avete il lettore Mp3 più diffuso non funziona

Nella vita, di cose certe ce ne sono poche. Una di queste è che non si potrà andare avanti ancora molto a lungo con l'attuale situazione di massima confusione sul fronte della musica e di Internet. L'arrivo delle tecnologie online ha negli ultimi anni scardinato completamente i concetti di base dell'industria musicale e le posizioni di forza. Da un punto di vista teorico sarebbe perfettamente immaginabile uno scenario in cui nessuno paga più per consumare la musica, scambiandosela freneticamente con amici e sconosciuti.

D'altra parte che ci sia una qualche forma di compromesso possibile tra il furto dello scaricatore illegale e il furto di chi cerca di farci pagare i Cd prezzi ormai senza senso (dando agli artisti solo le briciole) io non ho dubbi. iTunes torreggia all'orizzonte. Si può dire quel che si vuole, ma sono ormai ben oltre i tre miliardi (miliardi!) i brani scaricati dal negozio di Apple a pagamento. Di fronte a tutti questi zeri messi in fila, un bel po' di addetti ai lavori si sono convinti che un mercato per il download a pagamento ci sia e ci si sono buttati a palla.

L'altro modello che si sta sperimentando è quello del download gratuito sì, ma pur sempre legale – facendosi dare i soldi da sponsor pubblicitari. Questo modello arriva ora da noi con una iniziativa tutta italiana chiamata Downlovers. Accedendo al sito si viene accolti da un sito non bellissimo graficamente, ma chiaro. E parte una serie di video musicali, alcuni nuovi, altri d’annata. Così mentre sto scrivendo in una finestrella questo mio pezzo, mi guardo questa specie di MTV (per altro incontrollabile, l’unico comando è il volume). A parte la fruizione in streaming dei video, (per ora?) senza pubblicità, l'interesse del sito è quello di poter scaricare gratuitamente e legalmente un bel po' di pezzi musicali. In questa fase beta sono un po' più di 22.000, ma a quanto si sa il portfolio dovrebbe essere in aumento.

Trovo positivo che il sito sia in italiano e abbia un buon catalogo di musica italiana. E pezzi di grandi artisti, robba buona, insomma. Sensato, per poter andare a lavorare su un target non necessariamente anglofilo (anche se inevitabilmente entro qualche anno ci toccherà essere tutti perfettamente bilingui per sopravvivere) e per offrire una musicografia tra le più belle del mondo e che non sempre è giustamente rappresentata in altri siti.

Facciamo la prova: normalmente se c'è qualche problema in un sito, salta fuori arrivandoci da un Mac. E vediamo se fa ruggire il mio Leopardo recentemente installato (con soddisfazione). Sorpresa: per scaricare occorre essere registrati. Ovvio, un po' di valore (per esempio, i nostri dati) vanno lasciati giù, in cambio del pezzo. Facciamoci schedare: registrazione facile e veloce, ma come c'era da aspettarsi, il download non funziona su Safari. Riprovo con Flock, una specie di versione sociale di Firefox che amo molto e che è il mio browser di riferimento. In questo caso il download parte, ma partono anche 15" di spot pubblicitario sul sito (nel mio caso: lo spot della Mini). Evidentemente quella di Downloaders non è un'operazione fatta esattamente da ragazzini, visti gli inserzionisti pubblicitari che hanno già raccolto in fase beta.

Download rapido ed efficace, per ascoltare il brano devo però aprire Windows Media Player, il che mi provoca un attacco di nausea. Sorpresa: la mia copia di WMP non riconosce il file. Riprovo con un altro brano, questa volta l'inserzionista è Sony Ericsson, inserzione rapida e indolore. No, nemmeno Aretha Franklin mi viene riconosciuta. Frugo un po' fra le Faq e scopro che il sito si è compatibile con il Mac, ma il download dei brani no. Eh già, qui dev'essere colpa della protezione Drm dei brani. Per farla breve: niente Mac e soprattutto niente iPod. Che, essendo il player con la stragrande maggioranza di quota del mercato dei riproduttori, significa scegliere di tagliarsi fuori da un bel po’ di possibili clienti. Ma si sa: meglio che non ci ascoltino piuttosto che ci ascoltino e ci rubino la musica.

Tra le varie, va notato che si può scaricare legalmente solo dal territorio italiano, per evidenti problematiche di diritti. Per completezza dell'informazione segnalo che il sito evolverà nel senso di un ulteriore arricchimento del catalogo e anche di inserimento di funzionalità di social networking e di promozione di etichette indipendenti (adesso, provando a caso, vedo solo pezzi di Warner Music Italia). Ah già, etichette indipendenti... adesso che ci penso, chi ci sarà dietro, a Downlovers? Cerca cerca, fruga fruga, sapete che non c'è scritto da nessuna parte? C'è da sentire puzza di bruciato? Da un'occhiata alle Faq e ai contatti non si riesce ad ottenere nessuna informazione significativa in merito alla proprietà dell'operazione.

Mi sento come sfidato e parto a fare finalmente un po’ di giornalismo investigativo. Basta saper usare un pochino Google e si arriva facilmente a scoprire che dietro all’operazione ci sarebbe Kiver, azienda italiana che opera come aggregatore e distributore di musica digitale. E che il Ceo di Downlovers è Frank Gonella, un ex di Vitaminic. E con questo finisce il mio interesse per Downlovers.

Ciao ciao downloaders.it, e tanti auguri. Io termino qui la mia esplorazione della beta e vado a rimpolpare la mia biblioteca di musica gratuita e legale (e Mac compatibile) sul mio iPod. Partirò gratuitamente da we7 e poi magari tiro fuori anche qualche spicciolo per comprarmi uno dei brani disponibili su iTunes senza Drm e con encoding di alta qualità. È vero, ascoltabili solo sull'iPod: ma una volta tanto il problema è di chi non ha Apple, e non il contrario.

19 commenti

  1. un sito bello per scaricare, un ppo' peccato i DRM, preferisco la musica in stream in generale perchè ci sono più possibilità di scoprire artisti, utilizzo deezer, è anche gratuito e legale. per me, con siti come donwlovers o deezer è la fine dei MP3 illegali scaricati con emule.

  2. ma... io sto carcando 1 sito gratuito per poter scaricare la musica ,gratis, sul mio mp3 I pood

  3. ma perchè non ci pensa bene e fa scaricare anche canzoni sull'mp3???????????????????
    grazie...

  4. Sono in parte daccordo con roberto, bellissimo sito ma poco utile per i miei scopi (i wma drm non posso sentirli sul mio lettore [Zen nano])...cmq ho letto sui commenti di ciao.it che forse ci saranno alcuni cambiamenti positivi...per ora installero programmi per la conversione [_WMAConvert
    _Blaze Media Pro
    _SoundTaxi Platinum
    _noteburner
    _tunebite
    _Protected Music Converter
    _Share DRM Music M4P Converter ] in modalità trial (nell'attesa e nella speranza del cambiamento) e masterizzero un poco.

  5. bello ma restrittivo, poke cose

  6. Vorrei sapere perché non ci sarebbe da fidarsi dei tizi dietro Downlovers. Giusto per saperlo, se no come facciamo a farci un'opinione?

    Poi nell'articolo c'è un'imprecisione: su iTunes puoi scaricare brani col DRM che ascolti solo su iPod, e brani senza DRM che puoi ascoltare su qualsisi lettore o software, non solo iPod. E' una bella differenza.

  7. Io concordo e no cn l'autore... Nel senso che sono contento di downlovers perchè è un "piccolo" passo avanti come ha scritto qualcuno... si questo è vero... Però ha anke i suoi paletti limitativi... Per esempio se come me usi linux puoi dimenticarti di ascoltare wma dmr su linux... Però (e qui mi discosto dall'autore dicendo ke anke se piccolo è un passo avanti) è anke vero ke:
    1)Torvalds ha annunciato, con non poke polemike, ke a breve anke i kernel di linux potrebbero supportare i drm
    2)googleggiando un pò ho trovato un programma shareware (protected music converter) davvero figo ke ti permette di convertirre LEGALMENTE in mp3 file scaricati LEGALMENTE e quindi LEGALMENTE ci puoi fare quel ke vuoi... anke ascoltarli in linux o sul ipod costa anke relativamente poko ci farò un pensierino!
    Il futuro è open!!!!!

  8. Devo obiettare alla risposta dell'autore.
    Io ho un PC e un iPod, ed eppure ascolto un album scaricato da Downlovers sull'iPod.
    Tra l'altro confermo che si sente benissimo (per la cronaca l'album live di Elisa "Soundtrack 96-06 live").
    Magia?
    No, basta masterizzarlo su CD e poi ripparlo di nuovo con iTunes.
    Mi sembra una cosa tanto ovvia e semplice.
    Se poi ci si perdono 10 minuti in più, fa nulla... tanto è gratis (e i CD vergini costano molto meno di un unico brano su iTunes).
    L'unico vero limite è per gli utenti Mac, ma sono comunque una minoranza.

  9. Dai che bello…ma troppo restrittivo!!
    Io invece ho sentito un mio amico che mi spiegava di un sito che stà per approdare su questo nuovo mondo del social network musicale completamente privo di DRM e molto sicuro!! Dove si potrà scaricare tutta la musica del loro catalogo (finanziata dalla solita pubblicità “mecenate”…ma comunque legale) e sopratutto di artisti emergenti e non, famosi ma altrettanto bravi e forse più bravi delle cosiddette “STAR”!
    Il sito l’ho visitato…e con mio grande dispiacere è ancora in cooming soon (c’è solo la home page per l’inserimento della e-mail per le newsletter future), ma leggendo la mission però ho notato che hanno una prospettiva veramente nobile oltre ad avere una bella pagina su MYSPACE.COM/YUMBAYUMBA!
    Si chiama YUMBAYUMBA.COM ha un logo carino con una mascotte SIMPATICISSIMA, puoi anche scaricartela xkè l’hanno proposta in diverse versioni in una pagina dedicata per inserire lo sfondo su pc e cellulari completamente gratis (anche il nome niente male…simpatico e facilmente memorizzabile).
    In bocca al lupo a chi stà lavorando a YUMBAYUMBA senza DRM!!!!!!

  10. Trovo l'offerta di downlovers davvero interessante, sorprendente e innovativa. Ieri sera mi sono scaricato l'intero album di Peter cincotti e gli spot pubblicitari non sono stati troppo invadenti, in quanto il download parte già mentre guardi lo spot. La qualità dei brani, in WMA 192 Kbps, è sufficiente, ma niente di più, per un ascolto su un impianto importante, mentre è perfetta in caso di player portatili. Peccato per i DRM, davvero una rottura non poter copiare i files direttamente su un cd dati per creare compilation da ascoltare in macchina. Però puoi sempre farti un cd audio...Niente iPod? Bene, di questo sono contento: colpa di Apple che guarda sempre con disprezzo il mondo Gates e non ha programmato iPod per decodificare il WMA, con o senza drm. Ricordiamoci sempre che se il mondo dei pc avesse avuto come protagonista Apple invece di Microsoft, avremmo avuto il nostro bel pc personale molto più tardi, a giudicare dai prezzi dei pc della mela e dalla chiusura verso terze parti tipica di Apple. Conferma di questo? Noi poveri clienti di Vodafone, Wind,3, non siamo ritenuti abbastanza "avanti" per accedere alle magie dell'Iphone... MA CHI TI VUOLE!

  11. Vi ricordo che tramite WMP potete masterizzare i wma che scaricate legalmente da downlovers su cd audio, non mi sembra male. Ottima iniziativa e speriamo che duri.
    Ps.
    Io ho il Creative ZEN, TIE'!!

  12. Credo che Downlovers sia un'alternativa. In fondo non è questo che vogliamo tutti? la LIBERTA' di poter scegliere... ovvio, a me dispiace un sacco non poter scegliere che lettore utilizzare, così come non poter scegliere di utilizzare un qualsiasi mp3, tuttavia posso avere musica senza essere un "pirata" e senza rimetterci un patrimonio.

    Peccato per un po' di problemi sia del sito, che dell'architettura... anche perché realmente, a mio modesto avviso, si tratta di un modo diferso di affrontare il problema.

    Per i DRM, beh, non piacciono a nessuno ma se sono la via per iniziare a cambiare strada... possono essere un primo passo (in fin dei conti film gratuiti ce ne sono ancora pochi in circolazione)

  13. Ecco il solito genio che ha abbastanza soldi per comprare tutti i prodotti della Apple (bravo, hai fatto bene a prenderti il Leopard, l’Ipod…), ma è troppo tirchio per comprare CD. Dimmi, fenomeno dello schieratissimo giornalismo italiano: se dietro a Downlovers c’è Gonella (ti ha fatto un torto da piccolo? mai visto in foto, ma dopo quanto lasci intendere me lo immagino come il cattivo di Street Fighter), dietro alle testate per cui scrivi tu chi c’è? Ho come l’impressione che non mi starebbe più simpatico…
    L’hai detto, la pirateria è un problema che presto o tardi andrà eliminato. E come pensi che succederà, se ogni volta che salta fuori una mezza soluzione, ogni volta che si compie un piccolo passo in questa direzione, compaiono commenti come i tuoi? Fare polemica, al posto di stilare una corretta recensione, è uno spreco di talento giornalistico. Se invece ti sei lasciato solo prendere la mano nel finale non c’è problema, perché significa che non hai nemmeno il talento. Downlovers non è la soluzione finale, ma punta verso di essa.
    La verità è che siete sempre tutti bravi, quando parlate pubblicamente. Voi “comprate” la musica su iTunes, mentre c’è un mondo parallelo abitato da famelici pirati (che nessuno conosce, chissà dove dormono, chissà cosa mangiano…) che scaricano illegalmente. Io credo invece che tutti voi scarichiate illegalmente la musica proprio come fanno tutti i “pirati” del mondo e che di conseguenza vi venga da storcere il naso quando qualcuno si affaccia timidamente al mondo del download con soluzioni sì legali, ma certo molto più scomode e tortuose rispetto alla rapidità con cui lavorano applicazioni come emule, limewire, mirc, ecc.
    Un piccolo sforzo, è solo questo che richiedono le operazioni come quella di Downlovers. Un pizzico di voglia di cambiare, di sapere che si può contribuire a non incasinare ancora di più cantanti, complessi ed etichette discografiche. Bisogna scegliere se si vuole buona musica, o solo la comodità di riempire il proprio catalogo multimediale il più in fretta possibile.
    Un po’ meno ipocrisia sarebbe stata apprezzata, perché alla lunga è solo l’onestà che cambia le cose. Non il tuo Mac OS Leopard. Con quello la guardi e basta, la realtà. Ma avrai anche un fighissimo schermo HD ready, no? Buona visione.

  14. L'iniziativa è secondo me brillante, certo, il drm, le licenze...questi son problemi...evidentemente anche per Franco Gonella che credo non abbia nessun interesse a limitare così la propria operazione!...staremo a vedere. M.

  15. Il tono sprezzante del tuo articolo è a dir poco penoso, schierato e tipico di quegli utenti che, visto che essere di nicchia fa così fico, ostentano il loro disprezzo per Microsoft, Explorer, Media Player e tutto quanto piace ed è utile al resto del mondo civile. Grazie per l'entusiasmo che NON hai dimostrato per un'iniziativa nuova che andrebbe invece incoraggiata, grazie per quel patetico "ciao ciao downloaders" che ti fa sentire tanto superiore, grazie per il tuo giornalismo investigativo alla Ballarò dei poveri, grazie perchè fai sentire chi tutela i propri diritti con i DRM un cog*ione capitalista da mettere all'indice. Viva Microsoft, che con il suo terribile monopolio ha migliorato la vita di milioni di persone, viva Bill Gates e la beneficenza non sbandierata che fa con la sua fondazione, viva chi intraprende (Frank Gonella, ti amo!), viva chi ha il coraggio di risponderti per difendere con umiltà i propri diritti di persona schifosamente normale.

  16. Risponde l'autore...

    Mah, a me il sito non dispicae, l'ho detto, ed ho anche commentato positivamente l'operazione.

    Ritengo però che, vista l'elevatissima diffusione dei lettori MP3, il vero "mercato" della musica da scaricare sia quello della portabilità sui device mobili.

    A molti di noi, infatti, interessa relativamente poco, poter ascoltare la musica solo sul PC.
    Per quelli a cui invece interessa, il sito va benissimo cosi'.

    E quindi il fatto che questa musica non sia disponibile sul dispositivo piu' stradiffuso mi sembra un grave limite dell'operazione.

    Che cosa voglio di più, insomma? Che sia buona musica, legale, gratuita E che la possa sentire sull'iPod...

    Quanto al fatto che sia una iniziativa italiana, mi sembra un'ottima cosa - purtroppo finchè non si risolve il problema del DRM il tema della legalizzazione della musica online resterà sempre un cavallo zoppo...

  17. Io sono iscritta a Downlovers già da un pò e non ho mai avuto problemi. Secondo me è un'idea fantastica: è gratis ed è legale... Cosa posso chiedere di più?

  18. Non capisco questo tono così sprezzante... io non so chi siano né Kiver né Gonella, ma ho visto Downlovers: ha sicuramente qualche limite, ma è qualcosa di nuovo! Non mi spiego perchè in un Paese in cui non si fa altro che dire che non c'è innovazione appena c'è in giro una BUONA IDEA NUOVA debbano uscire commenti del genere...

  19. Invece sembra davvero interessante, c'è anche un nutrito archivio jazz. peccato la musica classica sia totalmente assente.