Notizie

Microsoft, sì alla pubblicità in-game

di Raffaella Scalisi

thumbnail

15

Mag

2006

Microsoft ha acquisito la start-up newyorkese Massive, specializzata nella vendita di spazi pubblicitari all´interno di videogame

Ormai è sicuro: dopo le molte voci che in questo periodo circolavano su una possibile acquisizione di Massive da parte di Microsoft, il colosso di Redmond ha confermato di essere entrato nel business della pubblicità in-game acquistando, per un valore che oscilla tra i 200 e i 400 milioni di dollari, il controllo di Massive, start-up americana nata due anni fa, specializzata nella vendita di spazi pubblicitari online all´interno di videogame. Questo è quanto affermato dal Wall Street Journal. La tecnologia sviluppata dalla start-up permette di inserire pubblicità per un periodo di tempo prestabilito, con la possibilità di cambiarla a seconda delle tendenze del momento e del pubblico a cui è rivolta. Fra i clienti attuali di Massive spiccano società di rilievo, tra cui Atari, Konami, Vivendi e Sony Online Entertainment, concorrente diretto di Microsoft.

Così, fiutando le possibilità di guadagno derivante da questo genere di business in piena espansione - stimato a 732 milioni di dollari nel 2010 secondo una recente relazione dello Yankee Group - e di cui la start-up si è pian piano aggiudicata il controllo, Microsoft ha deciso di lanciarsi in un settore pubblicitario del tutto nuovo per la società, sfidando ulteriormente Google e Yahoo!, gli eterni rivali, nella pubblicità via Web. La pubblicità in-game sembra avere un raggio d´azione davvero esteso, inglobando un pubblico sempre più numeroso. Infatti «gli inserzionisti hanno molte difficoltà a raggiungere il pubblico maschile dai 18 ai 34 anni, che passa più tempo sui videogiochi che davanti alla televisione. Massive e Microsoft aiuteranno le aziende a raggiungere un target di persone adesso non raggiungibili", ha dichiarato Joanne Bradford, vice presidente marketing di Microsoft.

I servizi di giochi di Microsoft XBox Live e MSN Games saranno i primi a beneficiare di questa novità in campo pubblicitario. Successivamente, anche quelli contenuti in MSN Messenger, Windows Live e AdCenter potranno sfruttare la pubblicità in-game.