Articoli

Strategie Wi-Fi in Usa e in Europa

di Raffaella Scalisi

thumbnail

16

Mag

2003

Le vendite globali di reti wireless con tecnologia Wi-Fi stanno crescendo in maniera significativa. I numeri del primo trimestre 2003 lasciano intravedere un anno molto fortunato per gli operatori

Il gruppo Dell'Oro ha infatti pubblicato un'analisi di mercato svolta in queste settimane che mostra dati incoraggianti nel settore.

Le vendite totali per reti wireless nei primi tre mesi del 2003 hanno totalizzato 357 milioni di euro, una crescita dell'1% rispetto agli ultimi mesi del 2002. La tecnologia più in crescita, come dicevamo, è il Wi-Fi, in particolare i sistemi 802.11g.

I sistemi 802.11g sono basati su una nuova specifica del Wi-Fi che viaggia a 54mbs, usa 2,4GHz ed è compatibile con l'802.11b. Questi sistemi velocemente sono arrivati a rappresentare il 16% del fatturato.

Gli analisti ritengono che questo settore del wireless farà un salto in avanti del 20% rispetto all'anno scorso in termini di fatturato e del 60% in termini di ordinazioni. Secondo Dell'Oro il contributo del nuovo 802.11g è stato fondamentale per l'impennata di richieste.

il dato riguarda il mercato globale, ma come è noto sono soprattutto gli USA a guidare la diffusione del Wi-Fi, con il resto del mondo che segue senza una così chiara direzione strategica da parte del mondo industriale. Negli Usa sono già diverse migliaia gli hot-spot, in Europa la penetrazione è molto più bassa.

In Europa, tuttavia, si stanno individuando, al di là dei singoli operatori che hanno avviato sperimentazioni, alcuni gruppi forti che intendono, sembrerebbe, conquistare e colonizzare il mercato del Wi-Fi diffondendo hot-spot nei luoghi pubblici strategici. Anche in Italia si sperimenta, ma in realtà il settore, oggetto di lavoro del Ministero delle Comunicazioni in questi mesi, non è ancora del tutto regolamentato.

Pochi giorni fa la società telecom svizzera ha annunciato l'acquisto di Megabeam Networks, un provider britannico di hot-spot Wi-Fi. Il colosso svizzero ha anche comprato WLAN, un public wireless LAN provider tedesco.

Un'operazione passata solo sui media di settore, ma l'intenzione di investimento in campo europeo sembra evidente. Una nuova società, chiamata Swisscom Eurospot si occuperà di vendere, promuovere, distribuire hot-spot in dodici paesi. Sono già previsti 800 hot-spot per il lancio iniziale.

La corsa per conquistare aeroporti, hotel, stazioni del treno, bar, ecc. sta coinvolgendo sempre di più gli operatori. Megabeam è attualmente uno dei principali provider ma il nuovo gruppo svizzero si trova a competere con aziende del calibro di BT Openzone e T-Mobile che in questi mesi hanno firmato l'introduzione del Wi-Fi in Europa.