Articoli

È sempre Apache il server http più diffuso

di Vittorio Pasteris

11

Ago

1999

Il server Open Source figlio di NCSA httpd rimane in vetta alle statistiche di Netcraft, mentre nasce la Apache Software Foundation. Uno sguardo a 360 gradi al mercato dei server www.

(Ingrandimento)

Molti identificano il fenomeno Open Source in Linux, riducendo erroneamente la portata dello stesso. In effetti pensare, credere e lavorare in un contento del genere ha prodotto una quantità di programmi che almeno quanto il "pinguino finlandese" stanno modificando il mondo del software.
Parlando di cifre, non solamente intese come crude statistiche ma nel senso di soldini tintinnanti, il maggiore motore evoluzionistico dell'economia digitale è forse Apache (per fare i fini pronunciatelo "apatchi"). Ovvero il Web server gratuito ed Open Source che viene utilizzato, secondo le ultime statistiche di Netcraft, da circa il 56% dei siti Web (più di 3,7 milioni di siti in totale) lasciando a distanza di sicurezza Microsoft (22.% per circa 1,4 milioni di host).

server

host luglio 1999

percentuale

Apache

3713470

56:28

Microsoft

1457389

22:09

Netscape

484829

7:35

O'Reilly

91513

1:39

Se analizziamo il grafico storico delle statistiche di Netcraft (statluglio99.gif) dal 1996 al 1999 possiamo notare che i rapporti di forza fra i tre maggiori competitori (Apache e le diverse versioni dei server di Microsoft e Netscape), nell'ultimo anno si sono praticamente stabilizzati. Apache non solo è la scelta più economica (gratuita), ma anche una soluzione veloce, robusta, modulare e sicura. Il programma è disponibile praticamente per tutte le piattaforme software, ha una ricca documentazione, può essere utilizzato per transazioni crittografate e commercio elettronico. E' un vero Open Source che permette alle aziende di costruire business in rete, di creare denaro.

(Ingrandimento)

La versione originaria si basava sul codice e sui concetti del primo server a larga diffusione: l'NCSA httpd 1.3 del 1995. Nel tempo il gruppo di lavoro di Apache ha però sviluppato in maniera originale il software, riscrivendo il programma e introducendo varie novità ed evoluzioni. Lo sviluppo del server si basa sull'apporto volontario e a tempo parziale di molti sviluppatori e tester in giro per il mondo.
Da poche settimane è anche stata fondata la Apache Software Foundation, naturale continuazione dell'Apache Group responsabile dall'origine del progetto. Apache Software Foundation ha l'obiettivo di offrire supporto finanziario, organizzativo e legale per lo sviluppo di software Open Source. Gli obiettivi della fondazione si stanno allargando in conseguenza dei nuovi progetti messi in cantiere dagli sviluppatori. Si tratta soprattutto di progetti di integrazione del server http con ambienti diversi come Java , Perl e PHP. Il tutto ovviamente liberamente scaricabile dalla rete.

Per capire come scelgono il loro server le grandi aziende nel mondo, abbiamo interrogato sempre attraverso il sito di Netcraft qualche server a campione. Qualche server come Yahoo e Geocities non permette di avere informazioni, ma molti altri ci offrono dei dati interessanti

Le grandi dell'informatica

www.adobe.com is running Netscape-Commerce/1.12
www.apple.com is running Netscape-Enterprise/3.6 on Solaris
www.compaq.com is running Microsoft-IIS/4.0 on NT4
www.corel.com is running Netscape-Enterprise/2.01
www.ibm.com is running IBM-Planetwide/10.31 Domino-Go-Webserver/4.6 on Aix
www.intel.com is running Microsoft-IIS/4.0 on NT
www.microsoft.com is running Microsoft-IIS/4.0 on NT3
www.netscape.com is running Netscape-Enterprise/3.6 on Solaris
www.oracle.com is running Oracle_Web_Listener/4.0.7.1.0EnterpriseEdition on Solaris
www.sun.com is running Netscape-Enterprise/201 on Solaris

I big dell'on-line

www.amazon.com is running Netscape-Commerce/1.12 on Digital Unix
www.aol.com is running AOLserver/2.3.3 on Irix
www.cdnow.com is running Apache/1.3b5 on Solaris
www.cnn.com is running Netscape-Enterprise/2.01 on Solaris
www.hotbot.com is running Microsoft-IIS/4.0 on NT4
www.hotmail.com is running Apache/1.3.6 on FreeBSD
www.lycos.com is running Netscape-Enterprise/3.6 on Digital Unix
www.playboy.com is running Netscape-Enterprise/3.6 on Solaris
www.whitehouse.gov is running Netscape-Communications/1.1 on Irix

In Italia

www.arianna.it is running Apache/1.3.4 on Solaris
www.deejay.it is running Apache/1.3.3 on Linux
www.ilsole24ore.it is running Netscape-Enterprise/3.5.1 on Solaris
www.iol.it is running Apache/1.2.6 on Solaris
www.lastampa.it is running Apache/1.1.3 on Solaris
www.repubblica.it is running Netscape-Enterprise/3.6 on Aix
www.tin.it is running Netscape-Enterprise/2.01 on Solaris
www.virgilio.it is running Apache/1.3.4 on Solaris

Dulcis in fundo

www.apache.org is running Apache/1.3.7 on FreeBSD
www.linux.org is running Apache/1.3.6 on Linux

Premesso che l'indagine di cui sopra non ha nessuna pretesa statistica, è interessante notare come ci siano delle linee di tendenza significative. Da un lato Unix è ancora, e probabilmente lo sarà ancora per molto, la piattaforma di riferimento per un server Web aziendale, con una buona preferenza per SUN/Solaris (sono anche dati statistici ufficiali), più qualche FreeBSD e Linux in evidenza. Il server per antonomasia è quello di Netscape nelle varie edizioni (soprattutto l'Enterprise), ma è tallonato da Apache che nei siti italiani analizzati è il più diffuso. Il mondo NT è ovviamente praticamente tutto feudo di Microsoft. Ma questa è una modesta analisi del mercato business, perchè nel settore nonprofit o universitario Apache è dominatore incontrastato. Per le curiosità va notato che dopo che Microsoft ha acquisito Hotmail si è ben guardata dal modificare il suo software di gestione che era e resta Apache a girare su FreeBSD.